Raffaella Carrà cimitero porto santo stefano

Raffaella Carrà, il luogo della sua sepoltura ha un significato ben preciso

Lacrime e commozione nel giorno dell’addio a Raffaella Carrà, l’artista scomparsa alle 16.20 di lunedì 5 luglio 2021.  La showgirl, cantante, attrice, conduttrice e innovatrice della televisione italiana è stata ricordata con una cerimonia alla Basilica di Santa Maria in Aracoeli in Campidoglio.

Pochi fiori, pochi orpelli, una bara semplice, in legno grezzo, come la stessa Raffaella Carrà aveva chiesto. Oltre alla famiglia e ai più stretti collaboratori, molti i volti noti del mondo della politica e dello spettacolo presenti alla cerimonia: tra gli altri il ministro della Cultura Dario Franceschini, la sindaca di Roma Virginia Raggi, l’ex ministro dell’Economia e candidato a sindaco di Roma Roberto Gualtieri, l’ad Rai Fabrizio Salini, il direttore di Rai1 Stefano Coletta. 

Raffaella Carrà cimitero porto santo stefano

Dove sarà sepolta Raffaella Carrà

Molti anche i colleghi del mondo della musica e della televisione.  Un “grande carisma”, unito alla sua “profonda umanità”, il suo essere “inclusiva”: in una parola, “indimenticabile”. Questo il ritratto di Raffaella emerso dalla funzione. All’uscita del feretro di Raffaella Carrà, dopo un lunghissimo applauso al suono delle note di alcuni dei brani più noti, da ‘Ballo ballo’ a ‘Fiesta’ a ‘Tuca Tuca. 


Raffaella Carrà cimitero porto santo stefano

Raffaella Carrà riposerà nel cimitero di Porto Santo Stefano. Lo aveva deciso proprio l’artista di riposare nel cimitero a pochi chilometri, per la precisione 4, dalla sua villa di Cala Piccola. Il sindaco di Monte Argentario si è detto onorato: “La nostra volontà è di assecondare al massimo i desideri della famiglia della signora Carrà per trovare la collocazione più giusta e conforme per l’urna con le sue ceneri” ha detto il primo cittadino dopo il funerale. 

“La grande partecipazione popolare al lutto è la dimostrazione che è stato riconosciuto il valore di Raffaella Carrà come persona e come artista. Per noi di Monte Argentario Raffaella era innanzitutto una concittadina, che amava la nostra terra e che viveva con estrema semplicità i rapporto con gli abitanti. È dunque un onore poter accogliere i suoi resti mortali nel nostro Comune”.