Quello di Giuda? Fu un gesto di amicizia. Va perdonato

“Fa’ che questa strada non finisca mai” è un libro originale e potente di Luca Doninelli: Non è, per ammissione dell’autore, un romanzo storico. Giuseppe Conte lo descrive così: “Non accetta le convenzioni del genere ed è estraneo allo spirito del romanzesco. Stringato e cogitante, è un monologo drammatico e filosofico, con qualcosa dell’opera di teatro e qualcosa del saggio. Sono rimasto incollato a queste pagine e le ho lette, a dispetto delle premesse, come un romanzo ben concepito, scritto con cura letteraria, lontano dal minimalismo straccione e dalla vanesia autofiction oggi imperanti. Siamo di fronte a tematiche che hanno profonda rilevanza etica, spirituale, metafisica, ma soprattutto a pagine che indagano nel mistero infinito dell’anima umana e dei suoi abissi”. Giuda viene dal mondo dei morti per raccontarci la sua vita con Gesù e le ragioni del suo tradimento. Che non fu un atto di viltà ma l’esito di due visioni del mondo incompatibili nel cuore di una sterminata amicizia. Lo si capisce leggendo attentamente il Vangelo: quella tra Gesù e Giuda Iscariota fu un’amicizia, che crebbe a dispetto della radicale differenza di vedute tra i due, e che nemmeno il tradimento riuscì a cancellare. Giuda amava la legalità, l’armonia, Gesù amava le eccezioni, e portava la guerra. Giuda è un ebreo devoto, un uomo razionale, che tradisce Gesù nella speranza di salvarlo dall’ira della gente e soprattutto dalla sua “presunta” follia, affidando il suo destino alla Legge di Mosè mediante un regolare processo. Solo dopo avere compiuto il suo gesto Giuda comincia a rendersi conto dell’enormità del proprio sbaglio, e dell’orrore che, attraverso quella porta aperta, fa il suo ingresso nel mondo. Tuttavia l’ultima parola non è ancora stata pronunciata: nemmeno tutte le tenebre del mondo possono cancellare la realtà dell’affetto che li ha uniti. Ancora Conte: “Doninelli guarda a Giuda con la più essenziale e difficile delle virtù cristiane, il perdono. E alla fine gli mette in bocca parole di un’umanità infinita che riconosce se stessa nella forza misteriosa della pietà e dell’amore”.

 

Fa’ che questa strada non finisca mai
Luca Doninelli
Euro 12
Longanesi