Quarto Grado, caso Denise Pipitone trattato anche nella prossima stagione

“Cosa succederà”. Quarto Grado, l’annuncio di Gianluigi Nuzzi su Denise Pipitone

Tutte le trasmissioni sono ai nastri di partenza, pronte a intrattenerci a partire da questo settembre 2021. È ciò che accadrà a Quarto Grado, che venerdì 10 settembre ripartirà con la nuova edizione sempre su Rete 4. Immancabile la conduzione di Gianluigi Nuzzi con la collaborazione della giornalista e conduttrice Alessandra Viero.

Nuzzi ha anticipato che tornerà ad affrontare i grandi gialli che incuriosiscono gli italiani, a partire dalla scomparsa di Denise Pipitone. Ma a che punto siamo col caso Denise Pipitone? Al momento la bambina siciliana non è stata ancora ritrovata anche se le ricerche continuano in Italia e nel resto del mondo.

Ad ogni modo abbiamo potuto apprendere che Gianluigi Nuzzi non è intenzionato a mollare l’osso: nonostante la diffida di Piera Maggio, madre di Denise, il giornalista 52enne non intende far calare il sipario sul mistero della bambina di Mazara del Vallo. Mamma Piera Maggio, infatti, non aveva apprezzato la linea in cui Quarto Grado aveva deciso di trattare il caso della figlia negli ultimi mesi.


Infatti tra l’ingresso di opinionisti discutibili e le varie interviste ad Anna Corona, madre di Jessica Pulizzi, Piera Maggio non ha apprezzato assolutamente. Insomma nessuno si aspettava, dopo le minacce di Piera Maggio, che sarebbe stato trattato ancora il caso. Ma il suo parere non ha turbato più di tanto Gianluigi Nuzzi. Sul caso Denise Pipitone si è discusso tantissimo, cercando di non lasciare nulla al caso e, perché no, prima o poi risolvere l’ignoto.

che in un’intervista concessa a Tele Più ha annunciato i casi che verranno affrontati nelle prime puntate della nuova edizione di Quarto Grado: “Avremo i nostri grandi gialli, come la scomparsa di Denise Pipitone. Poi tratteremo il caso dell’estate, quello della vigilessa Laura Ziliani trovata morta di recente a Temù dopo mesi di ricerche”.