Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Purtroppo è così”. L’annuncio choc dell’attore John McCook, l’Eric Forrester di Beautiful

John McCook, Eric Forrester di Beautiful parla del figlio

Eric Forrester è un personaggio della soap opera statunitense Beautiful, interpretato da John McCook dal 1987. Insieme a Brooke Logan, è l’unico personaggio presente dalla prima puntata della soap, a cui ha prestato il volto sempre lo stesso attore, John McCook, classe 1944. L’attore ha raggiunto la fama grazie al personaggio di Eric Forrester ma nella sua carriera è stato nel cast di molte soap opera di successo.

È Eric Forrester, fondatore dell’omonima casa di moda, nella soap opera Beautiful fin dal 1987. Per la sua interpretazione è stato candidato all’Emmy Awards come miglior attore, nel 2001 e nel 2012. Insieme a Katherine Kelly Lang forma uno dei due pilastri della serie presenti sin dalla prima puntata.

“Se n’è andata serenamente”. Lutto nel cinema, morta l’attrice di Grease

John McCook, Eric Forrester di Beautiful parla del figlio


John McCook, Eric Forrester di Beautiful parla del figlio

Come detto, John McCook ha recitato in telefilm e soap-opera in ruoli di primo piano. Dal 1975 al 1980 è stato Lance Prentiss in Febbre d’amore, e ha interpretato ruoli in Love Boat (1980), Tre cuori in affitto (1981-1982), Cuore e batticuore (1983), Dynasty (1983), La signora in giallo (1986), Acapulco HEAT (1998) e molte altre serie tv. Eric è un personaggio molto amato dai telespettatori di Beautiful ed è per questo motivo che l’ultima intervista rilasciata dall’attore ha toccato nel profondo molti di loro.

John McCook, Eric Forrester di Beautiful parla del figlio

John McCook a giugno festeggerà gli 80 anni e ha deciso di raccontare un po’ di più della sua vita privata e del figlio Jake, affetto da schizofrenia. Ne ha parlato con Chiara Maffioletti per il Corriere della sera. “Un padre, molte volte, non capisce subito come stanno le cose. lo piuttosto, di fronte a certi comportamenti di mio figlio, iniziavo a dire: perché fai questo? Perché fai quello? Comportati così, cosa c’è che non va in te. Insomma, un padre deve essere educato per poter imparare che molte delle cose che vede sono sintomi. O, almeno, questo è successo a me. In un primo momento si reagisce in modo inappropriato, ci si arrabbia, perfino con il proprio figlio”.

L’attore ha parlato dei momenti di down del figlio, ma anche di quanto sia generoso e affettuoso nei momenti in cui sta bene: “Sono orgoglioso quando ha un giorno buono, quando è dolce e affettuoso con le altre persone. Lui non è mai un attaccabrighe, una persona conflittuale. Non lo è nemmeno nei giorni che non sono buoni, quando si sente insicuro, sopraffatto e i suoi sentimenti sono tristi. Lui resta calmo, non è mai aggressivo, non vuole litigare. Mi rende orgoglioso come sta cercando di gestire quello che gli è successo, i suoi pensieri e i suoi sentimenti, da uomo adulto. Lo sta facendo molto bene e sono molto fiero di lui”, ha concluso John McCook.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004