Pietà, l’amore materno più commovente della storia

Ha ragione chi afferma che non si può morire senza averla osservata, in silenzio, almeno una volta. La Pietà vaticana è tra le immagini più emozionanti e suggestive della storia dell’arte mondiale per di più realizzata da un Michelangelo appena ventiduenne nel 1499. Ha un’altezza di 174 centimetri, una larghezza di 195 e una profondità di 69. La Pietà nasce su un blocco di marmo scelto personalmente nelle cave di Carrara, dove l’artista rappresenta le figure isolate della Vergine Maria che tiene in grembo il corpo di Cristo appena deposto dalla croce. Come noto, la Pietà è nella prima cappella della navata destra della basilica di San Pietro. Proprio lì, nel maggio del 1972, un geologo australiano con disturbi mentali riuscì a colpire con un martello l’opera dell’immenso maestro italiano per quindici volte, danneggiandola seriamente. Da allora è protetta da una speciale parete di cristallo antiproiettile.