Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Pierre la Sultana è morta

“Mancherai, regina”. Lutto nella televisione: addio a un volto divertente, le sue dirette meravigliose

Pierre la Sultana è morta, la storica cartomante romana, famosa per i suoi programmi sulle tv romane, se n’è andata per sempre. Simpatica, irriverente e anche un po’ esagerata, Pierre ha dato consulti e ha fatto divertire non poco. La donna aveva 66 anni. A renderlo noto è il suo staff tramite la pagina Facebook ufficiale, subito inondata da affettuosi commenti ed omaggi da parte dei fan: “Purtroppo Pierre ci ha lasciati. Veramente felici di aver potuto regalare tramite questa pagina un po’ di allegria e leggerezza a chiunque passasse di qui.

Pierre la Sultana è morta


Ancor più felici di averla vissuta. Ci mancherà. Eccome se ci mancherà. Lo staff”. Ancora non si sa bene la data data dei funerali, ma la stessa sarà comunicata quanto prima. C’è da dire che in questi ultimi mesi, qualche fan di Pierre aveva notato un sempre più radicale cambiamento e abbassamento della voce. Non solo, lo scorso giugno aveva trascorso qualche giorno in ospedale, ufficialmente per un check-up, con tanto di video di rassicurazioni prima di uscirne.

Pierre la Sultana è morta

Pierre la Sultana è morta: in lutto i fan la storica cartomante romana

I più attaccati alla cartomante hanno fatto sapere che l’ultima volta in onda è stata una settimana fa, 12 luglio, nel consueto appuntamento del martedì sera su Gold TV. Sabato 16 poi, la Sultana aveva partecipato al raduno shamanico Shaman Soul, registrando un ultimo video messaggio al termine della serata, dando appuntamento ai suoi fan per la diretta tv che sarebbe dovuta andare in onda proprio questa sera.

Pierre la Sultana è morta

Ma purtroppo Pierre la Sultana è morta prima di arrivarci. Nata in Algeria nel novembre del 1966, Pierre, successivamente auto-ribattezzatasi “la Sultana” è stata una delle più celebri cartomanti del panorama della Capitale. Indimenticabili, già, le sue seguitissime trasmissioni in cui rispondeva telefonicamente alle domande degli ascoltatori (rigorosamente UNA sola domanda a testa, chi voleva sapere di più era indirizzato ad un consulto in studio). La donna era contornata dagli oggetti più strani tra i quali un clistere, uno sturalavandini, l’immancabile battipanni con cui richiamava l’attenzione tra un consulto e l’altro insieme al mattarello legato alle padelline, e dai suoi inseparabili 17 mazzi di carte.

“È un grande dolore”. Roberta Capua si commuove in diretta. Gianluca Semprini interviene


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004