“Io faccio così”. Coronavirus, parla Alberto Angela. Cosa dice del virus che allarma tutti

Il Coronavirus ci ha distratto da tutto, anche dalla vita. Siamo troppo presi a leggere aggiornamenti, andare nel panico, smettere di riflettere che ci dimentichiamo che sarebbe meglio fare un respiro, lavarci le mani e aspettare. Fidandoci. Vivendo. Per quanto possibile comportandoci come ci siamo sempre comportati ma con un po’ di consapevolezza in più. Sul Coronavirus ne abbiamo lette e ne continuiamo a leggere di tutti i colori. “È un’influenza normale”, “È meno dell’influenza”, “È come un raffreddore”, “È letale”,

“Farà chiudere le scuole in tutta Italia” e tutto il resto. Ora ci si sono messi anche gli esperti ad attaccarsi uno contro l’altro per opinioni discordanti. Insomma, è il caos. Ma non siamo certo noi che dobbiamo spiegarvelo perché ve ne sarete accorti benissimo. Invece di andare nel panico perché non ci comportiamo come uno degli uomini che più stimiamo e che ha un cervello grande ma grande? Continua a leggere dopo la foto


Ovviamente stiamo parlando di Piero Angela, il mitico Piero Angela che, intervistato da Repubblica, ha detto la sua sul Coronavirus. Per Piero Angela, come lui stesso ha ammesso, è la prima esperienza di questo tipo. E, anche lui, come tanti, ha l’impressione di vivere in un film di fantascienza. Ovviamente questo virus sta incidendo profondamente sulla vita delle persone, specie quelle che sono costrette alla quarantena. Continua a leggere dopo la foto

Ma Piero Angela cosa ne pensa? “La cosa non mi spaventa personalmente, non mi fa paura. Anche se penso sia seria”. È stato questo il commento di Piero Angela a Repubblica. E ha aggiunto: “D’ora in poi lo farò seguendo le indicazioni delle autorità sanitarie […], mi fido di quello che dicono gli esperti. […] Poi forse un giorno, quando sarà tutto finito, diremo col senno del poi se siano state eccessive”. Continua a leggere dopo la foto

{loadposition intext}

Non poteva mancare un riferimento alle opinioni discordanti degli scienziati. Di chi fidarsi? “Da giornalista ascolterei tutte le fonti più autorevoli per poi fare un sunto. Da privato cittadino mi regolo con prudenza” ha detto. Se ci sono risvolti positivi? Circa l’ottanta per cento dei contagiati guarisce senza ricorrere a particolari cure, soprattutto i più giovani. Questa sembra a Piero Angela una buona notizia. E in effetti lo è.

Piero Angela, le sue condizioni dopo l’incidente di qualche settimana fa. “Speriamo bene”, il suo commento