Televisione in lutto. Se n’è andata a soli 38 anni, da anni lottava contro un male oscuro

Lutto nel mondo della televisione, muore la star dei reality show britannici. Appena 38 anni e tanti sogni infranti. Purtroppo Nikki Grahame, volto reso noto dalla sua partecipazione alla versione britannica del Grande Fratello, il Big Brother, non e l’ha fatta. La giovane donna soffriva da troppi anni di anoressia. Un percorso difficile, costellato di piccoli passi avanti ma anche tante, troppe ricadute.

Il triste annuncio da parte del suo rappresentante diffonde la notizia solo oggi: “Nikki Grahame è morta nelle prime ore di venerdì 9 aprile 2021. Vi chiediamo di rispettare la privacy degli amici e della famiglia di Nikki in questo momento tragico e difficile”, si legge. A parlarne anche i media britannici, che al momento non forniscono ulteriori dettagli circa le cause del decesso. (Continua a leggere dopo la foto).


Nella sua vita, l’incubo di aver affrontato un grave disturbo alimentare. Piccoli spiragli di luce in fondo al tunnel, ma anche continue ricadute che hanno ulteriormente debilitato il corpo e la mente della Vip. Il suo ultimo ricovero per anoressia, proprio lo scorso mese presso una clinica specialistica. Sulla pagina di GoFundMe è apparsa una dichiarazione della famiglia. (Continua a leggere dopo la foto).

“Nikki non solo ha toccato la vita di milioni di persone, ma anche i suoi amici e la sua famiglia a cui mancherà immensamente”. Tanti i messaggi, tra cui quello  dell’ ex conduttrice del Grande Fratello, Davina McCall, che ha reso noto il suo dolore sul profilo Twitter:  “I miei pensieri sono con i suoi amici e la sua famiglia. Era davvero la ragazza più divertente, più frizzante e dolce”. (Continua a leggere dopo le foto).

Correva l’anno 2006 quando la giovanissima Nikki Grahame ha preso parte come concorrente della settima stagione del Big Brother. Un trampolino di lancio che al tempo la fece qualificare al quinto posto per poi condurla al premio National Television Award come concorrente più popolare. Anni di successo, una vera stella pronta a brillare di luce propria, prima in Ultimate Big Brother, poi a Princess Nikki. E tra le pagine dei suoi Dying to Be Thin (2009) e Fragile (2012) si potrà apprendere parte del suo lungo calvario contro l’anoressia, un incubo iniziato fin dalla più tenera età e che a soli 38 anni ha infranto ogni suo più grande sogno.

“Condizioni critiche”. Emilio Fede ricoverato all’ospedale San Raffaelle: “Il suo fisico è provato”