Televisione in lutto, l’attore è scomparso all’improvviso. Il suo nome legato per sempre al periodo d’oro della tv

Il mondo della televisione è in lutto in queste ore. Il 24 aprile scorso è venuto a mancare uno dei maggiori protagonisti delle serie tv anni ’70 e ’80, ma la notizia è stata data soltanto il 3 maggio. E ci potrebbe essere un giallo, visto che le cause del decesso non sono state ancora rese note. Il suo nome è legato a titoli famosissimi e che in molti ricorderanno con affetto. Da “Star Trek” a “A-Team”, e poi “Starsky & Hutch” e “General Hospital”.

Stiamo parlando di Nathan Jung, scomparso all’età di 74 anni. Come detto ci sono diverse informazioni che mancano all’appello, come appunto ciò che ha provocato la morte dell’attore. A comunicarne il decesso che è stato l’amico avvocato Timothy Tau. Fino all’ultimo giorno della sua vita Nathan ha tenuto alla sua riservatezza e, forse, non è un caso che oggi la sua morte sia avvolta da una nube di mistero. (Continua a leggere dopo la foto)


L’attore statunitense Nathan Jung, nato il 29 novembre del 1946 a Bakersfield, California, è morto a Los Angeles. Ha iniziato la sua carriera cinematografica nel 1986, interpretando il ruolo di Ghengis Khan nell’episodio “Sfida all’ultimo sangue” della serie “Star Trek: The Original Series”. Noto per la sua alta statura Nathan riuscì ad ottenere col tempo numerosi parti in telefilm popolari come Magnum PI, Chips, Manimal e Kung Fu. (Continua a leggere dopo la foto)

Nathan Jung è uno dei pochi attori ad essere riuscito a recitare sia con Bruce Lee che con il figlio Brandon. Con il primo ha girato nel 1969 “Arrivano le spose” , mentre con Brandon Lee Nathan ha recitato in due pellicole, ovvero “Resa dei conti a Little Tokyo” del ’91 e “Drago d’acciaio” l’anno successivo. L’attore californiano è apparso anche in “Sanford and Son”, dove ha interpretato il cugino di Helen Funai, Saburyo, e in “Kung Fu”, dove ha vestito i panni di Dark Rider. Nella famosa serie “A-Team” era Chi. (Continua a leggere dopo le foto)

Per quanto riguarda la carriera cinematografica Nathan Jung ha avuto ruoli in “Ridere per ridere”, film del 1977 per la regia di John Landis. Ma lo abbiamo visto anche nel film cult “Grosso guaio a Chinatown” con Kurt Russell e “Black Rain – Pioggia sporca” di Ridley Scott con Michael Douglas e Andy Garcia. Nathan ha recitato anche in “Mai dire Ninja”, “Darkman” e nella commedia “Guerrieri del surf” al fianco dell’indimenticabile Leslie Nielsen.

Tv e cinema in lutto. Morto l’attore, volto di film e serie di grande successo