Tv in lutto per la morte del conduttore. Per anni è stato il volto del famoso programma: “Sei leggenda”

È morto Alex Trebek, storico conduttore di Jeopardy, il quiz che ha fatto la storia della tv americana. Trebek, 80 anni, era malato di cancro. Per oltre 30 anni, ha condotto il programma che ha tenuto incollate davanti allo schermo generazioni di americani. Trebek, come ha annunciato il programma dai propri profili social, è deceduto stamattina circondato da familiari e amici.

Nell’account Twitter ‘The Jeopardy!’ si legge: “È morto serenamente a casa circondato da familiari e amici”. Il produttore del programma, Sony Pictures, ha reso omaggio alla “leggenda”, scrivendo: “Per 37 anni incredibili, Alex Trebek è stata quella voce confortante, quel momento di fuga e di milioni di persone in tutto il mondo”. (Continua a leggere dopo la foto)


Conosciuto per il suo acuto spirito e carisma, il presentatore canadese-americano è diventato il volto di Jeopardy! durante i suoi tre decenni nello show, trasformandolo in un successo di ascolti.
Ha partecipato a più di 8.200 episodi del popolare quiz show, rendendolo tra le persone più famose in televisione negli Stati Uniti, in Canada ma in tutto il mondo. (Continua a leggere dopo la foto)

Nel 2014, infatti, ha stabilito un Guinness World Record per “la maggior parte degli episodi di game show condotti dallo stesso presentatore”. Nel marzo dell’anno scorso aveva rivelato di avere un cancro al pancreas ma aveva promesso di continuare a presentare il programma durante il trattamento, compresa la chemioterapia. Aveva un contratto fino al 2022. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

“Sono ottimista riguardo al mio piano attuale e li ringrazio per le loro preoccupazioni”, aveva detto Trebek in una intervista rilasciata nel mese di luglio. Nato a Sudbury, in Canada, Trebek aveva studiato filosofia e poi aveva cominciato a lavorare come giornalista, per diventare infine conduttore televisivo.

 

“Che mazzata!”. Barbara D’Urso, la notizia che le è arrivata stamattina è un’altra ‘botta’ per lei