Morgan Ballando con le stelle Roberta Bruzzone

“Non devi farlo più”. Ballando, Morgan contro Roberta Bruzzone. Dopo il programma volano parole

Non è un momento facile per ‘Ballando con le stelle’. E le ripercussioni legate a ciò che si è verificato all’interno del programma di Milly Carlucci sono arrivate anche all’esterno, in particolare sui social network. Uno dei protagonisti di un vero e proprio scontro verbale è il cantante Morgan, che ha deciso di attaccare un volto della trasmissione. Una battaglia virtuale che potrebbe proseguire anche nella prossima puntata, in onda su Rai sabato 4 dicembre. Tempi duri per la padrona di casa.

Parlando dunque nello specifico di Morgan, il concorrente di ‘Ballando con le stelle’ ha toccato un tema molto delicato nella scorsa puntata, il ghosting: “Le ripercussioni sono danni fisici. il ghosting fa mancare il fiato perché non puoi più parlare con quella persona, è una goccia che ti scava. Quando si dice ti amo, anche se non lo si prova più, non bisogna dimenticare quello che si è provato. Non bisogna buttare tutto, l’utilizzo di questo amore è avere del rispetto nei confronti della persona che amavi”.

Morgan Ballando con le stelle Scontro Roberta Bruzzone

Contro le parole di Morgan si è scagliato un volto fisso della trasmissione Rai, che ha affermato: “La sofferenza per essere stati lasciati non legittima la persecuzione di chi ha deciso di non voler più avere a che fare con voi. Ci sono ottimi professionisti per non diventare stalker o peggio”. Ma l’artista non ha gradito questo intervento social e ha ribattuto sempre su Instagram: “Una criminologa dovrebbe sapere che il ghosting riguarda soprattutto i più giovani ed è alle radici delle loro sofferenze”.


Morgan Ballando con le stelle Scontro Roberta Bruzzone

Ad essersi resa autrice di un battibecco a distanza con Morgan è stata la criminologa e protagonista di ‘Ballando con le stelle’, Roberta Bruzzone. E lui ha aggiunto: “Bisogna avere una sensibilità culturale e sociale, al fine di non incasinare un terreno dagli allarmanti e numerosi aspetti critici. Invito a non impostare una discussione all’attacco, con post che animano litigi e contrapposizioni. Ho solo proposto con delicatezza, poeticità, umiltà e commozione un passaggio televisivo utile culturalmente”.

E non è finita qui la considerazione di Morgan, che soffermandosi sempre su Roberta Bruzzone ha concluso, dicendo: “Le consiglio di riflettere con responsabilità e per non rischiare di generare un’inutile rissa tv, di approfondire l’argomento se non le è familiare. Il suo ragionamento è sbagliato, non giustifico lo stalking ma indago l’origine per evitarlo e prevenirlo”. E chissà se lo scontro terminerà davvero così.