matteo salvini fiori lilli gruber

“Ma lo ha fatto davvero?”. Otto e Mezzo, Matteo Salvini spiazza Lilli Gruber. Succede tutto in diretta

Leader politici e giornalisti, un rapporto sempre sotto la luce dei riflettori. E qualche volta delle polemiche. Non capita di rado che i telespettatori si aspettino domande più o meno ‘cattive’ da parte di certi conduttori quando ospitano ministri, ex presidenti del consiglio e così via. Spesso invece miti discussioni si trasformano in liti esagitate, al limite di quelle condominiali con chi dirige i programmi e le tribune politiche costretti a interrompere il proprio interlocutore oppure a ‘mandare la pubblicità’.

Ma in tempi di Covid anche quello a cui eravamo abituati sembra essere cambiato. Basta vedere quello che è capitato quando il numero uno della Lega Matteo Salvini si è presentato a Otto e Mezzo. Nella puntata di giovedì 3 giugno del programma diretto da Lilli Gruber, che intervista ogni sera su La 7 esponenti politici, esperti e vip vari su temi d’attualità, Salvini ha stupito tutti. Il gesto dell’ex ministro dell’Interno è stato accompagnato da queste parole: “Dopo il Covid non è più tempo di bisticciare… Il tempo che il buon Dio ci dà, usiamolo per costruire”.

matteo salvini gruber fiori

Lilli Gruber ha ospitato Matteo Salvini, mentre in collegamento c’era anche Massimo Giannini direttore de La Stampa. Ebbene, poco dopo la sigla il leader della Lega ha donato un mazzo di fiori alla giornalista. Un gesto che, obiettivamente, non si vede spesso in televisione, tanto meno tra politici e giornalisti intenti a volte a ‘darsele di santa ragione’. Almeno così dovrebbe essere. In questo caso, invece, Salvini ha voluto stemperare l’atmosfera ricordando che, in fin dei conti, non vale la pena litigare, soprattutto dopo un periodo così duro per tutti.


salvini lilli gruber fiori

Per tutta risposta Lilli Gruber ha risposto: “Sa, una donna non è che aspetta per due anni”. Evidentemente il riferimento era ad una precedente promessa fatta da Matteo Salvini che solo ora ha potuto mantenere. Nel corso dell’intervista l’esponente leghista ha poi parlato del suo rapporto con la religione. “La fede – le parole dell’ex di Elisa Isoardi – l’avevo lasciata in terzo piano, dopo il lavoro, la famiglia… e devo dire che ritornare a credere ti dà più forza nella vita quotidiana”.

fiori matteo salvini gruber
matteo salvini lilli fiori
matteo salvini fiori

Come molti altri italiani, e non solo, a quanto pare anche Matteo Salvini ha avuto modo di riflettere in questi mesi di pandemia sul suo rapporto con Dio. “Non c’entra nulla con la politica – ha spiegato a Lilli Gruber – è una semplice volontà di condivisione. Tanto i cattolici, che sono persone intelligenti, non votano in base a un rosario o ad una preghiera, ma al supporto che diamo alla famiglia o difendendo la vita o la disabilità. Non ostento la fede, e non lo faccio per prendere più voti sicuramente