“Terremoto in tv”. Massimo Giletti, la voce bomba corre veloce. Cambia tutto sul piccolo schermo

Massimo Giletti continua a fare record su record di ascolti. L’ultima puntata di domenica 25 aprile ha monopolizzato la seconda serata facendo raggiungere picchi del 15% di share, risultando il format più visto di quella fascia e una media del 10,8% di share e un milione e quattrocentomila telespettatori. Una puntata bollente in cui si è parlato anche di Ciro Grillo con la violenta polemica tra Vittorio Sgarbi e Lilli Gruber nella quale è entrato anche Massimo Giletti.

“Non l’ho potuto dire – ha ammesso in riferimento alla creazione del Conte 2 in concomitanza con l’inchiesta ai danni del figlio di Beppe Grillo – tutto questo mi è stato impedito. Non venivo da te, andavo spesso dalla Gruber, ho provato quattro volte, mi è stato impedito costantemente. Mi diceva: ‘No, non si può parlare…’”. E ancora: “Provavo da Porro, dalla Palombelli. C’era l’idea di non entrare nel merito della dimensione privata. Tu oggi mi vendichi. Io vedevo il nesso fra la dimensione privata e quella che era l’attività politica di Grillo. La Gruber mi ha impedito di dirlo”. Continua dopo la foto


Immediata la replica di Giletti: “Ognuno decide nei loro programmi quali linee avere e quali personaggi invitare nella massima libertà”, ha osservato senza però lasciarsi andare a nomi. Almeno fino a quando non sono intervenuti gli autori del programma che da dietro le telecamere gli hanno chiesto di cambiare argomento. Continua dopo la foto

“È inutile che dietro le telecamere mi fate ‘vai avanti’ – ha ammonito -. C’è la libertà di dire quello che si vuole. Cairo non mi ha mai chiesto in quattro anni di non dire una cosa. Se la signora Gruber non vuol parlare di tante cose ha la libertà, poi chi guarda giudicherà. Se uno invita sempre gli stessi uomini, se li tenga. Siamo sulla stessa rete, chi se ne frega, viva la libertà della Gruber e di tutti gli altri. Nessun problema”. Continua dopo la foto

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Massimo Giletti (@mgilettifanclubofficial)


{loadposition intext}
Una quasi rottura che sembra portare Massimo Giletti vicino alla Rai. A farlo sapere Tv Blog, che parla di possibilità assai concrete di rivedere il presentatore e giornalista sul secondo canale del servizio pubblico. Il 59enne ha lasciato la Rai nel 2017, in seguito all’eliminazione del suo programma cult L’Arena, in onda la domenica pomeriggio. Da quattro anni è al timone di Non è l’Arena su La 7.

Ti potrebbe interessare: “Chi la guarda la giudicherà”. Massimo Giletti duro con Lilli Gruber. Scoppia il caso a La 7 dopo l’ultima diretta