“Ormai è deciso”. Massimo Giletti, dopo le pesanti voci di uscita arriva la notizia ufficiale

Massimo Giletti torna a far parlare di sé. Per il conduttore non è stata una stagione semplice con i rapporti a La7 con alcuni colleghi che si sono logorati. “Mi aspettavo un po’ di sostegno all’inizio dai colleghi più vicini, un messaggio di quelli banali, da Lilli Gruber, da Giovanni Floris, da Corrado Formigli, ma da loro nemmeno un messaggio di quelli banali, gli unici a sostenermi con messaggi affettuosi sono stati Myrta Merlino e Mentana”.


“Se non lo sentono fanno bene a non farlo, ma è un segnale della solitudine in cui tu vivi e queste cose qua uno non le dimentica”. Massimo Giletti che sembrava a un passo dalla Rai. Vicinanza testimoniata dalle notizie riguardanti i palinsesti di La7 che andranno dal 5 settembre al 27 novembre. Confermatissimi i programmi ‘Omnibus’ e ‘L’Aria che tira’ di Myrta Merlino. Ci sarà anche Tiziana Panella con la trasmissione ‘Tagadà’ e Lilli Gruber con il programma ‘Otto e Mezzo’.

massimo giletti


Non c’era invece nemmeno l’ombra di Massimo Giletti, che dunque sarebbe stato ormai escluso definitivamente e non sarà presente su questa emittente. Restano tanti dubbi su cosa farà nel prossimo futuro. Dubbi che invece, spiega TvBlog, potrebbero essere svaniti. Secondo quanto racconta il sito infatti il conduttore sarebbe a un passo dall’accordo con La7.


massimo giletti


Di più, sarebbe cosa fatta. Si aspetta solo l’annuncio ufficiale dell’accordo con Urbano Cairo. Intanto, per Massimo Giletti è già fissata la data del rientro in video. Martedì 3 agosto, infatti, in prime time su La7 andrà in onda uno speciale di Non è l’Arena dedicato al caso di due ragazze violentate da quattro giovani dopo una notte in discoteca a luglio 2019 in Sardegna.

massimo giletti
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Massimo Giletti (@mgilettifanclubofficial)


Massimo Giletti scaverà a fondo su una vicenda molto discussa in cui la pm ha chiesto l’archiviazione del caso ritenendo non attendibile la loro versione. Raccoglierà quindi la testimonianza delle due giovani che hanno deciso di raccontare la loro storia dopo che si sono viste chiudere la loro indagine dalla stessa Procura che invece ha analizzato la vicenda di Grillo jr per quasi 2 anni.