manuel bortuzzo tornare a camminare

“Tornare a camminare?”. Manuel Bortuzzo ne parla per la prima volta: “Così potrò recuperare qualcosa”

Aveva fatto preoccupare i fan con il rischio di abbandono per motivi di salute. Ma per fortuna a quanto pare Manuel Bortuzzo non deve lasciare, almeno per ora, la Casa del Grande Fratello Vip. Si era parlato di un problema per l’ex nuotatore, ma a chiarire tutto ci ha pensato il papà Franco: “Ha una forte cistite che non sta riuscendo a curare. Ma nulla di grave, abbiamo risolto tutto.

Smentisco categoricamente – prosegue il padre di Manuel Bortuzzo – l’ipotesi che possa lasciare il Grande Fratello Vip. Lui non è uno che si lamenta, forse sarebbe dovuto andare prima in confessionale per dire che non stava bene. L’ha fatto solo ora”. In ogni caso il vip continua a catturare l’attenzione del pubblico. Stavolta parlando con un altro concorrente della possibilità di tornare a camminare. Dopo due anni passati su una sedia a rotelle Manuel non ha ancora abbandonato il sogno di riprendere almeno in parte la propria mobilità.

manuel bortuzzo tornare a camminare

“Qualcosa si può riprendere – ha spiegato a Daniele Silvestri il 22enne – Essendo il midollo una cosa molto complessa, non è facile. Tu devi immaginarti una roba con miliardi di filamenti e connessioni, io molti li ho tranciati, ma alcuni sono ancora collegati. Molti sono ancora integri quindi. Le cure per tutti i collegamenti sono quasi impossibili da pensare”.


“Tu – prosegue Manuel Bortuzzo – per potermi curare dovresti prendere tra i miliardi di filamenti quelli giusti e collegarli. Filamento A e filamento A e unirli e così con tutti gli altri. Dovrebbe tutto essere collegato in modo perfetto. Si tratta di un lavoro quasi impossibile. Però nonostante ci si questo problema, il corpo umano è portato al recupero, non a morire. Si può creare qualcosa che aggiri il problema periferico. Quindi servono soltanto alcune cose basilari. Il collegamento per dare il grado giusto di flessione del ginocchio per far reggere le gambe. Poi serve un po’ di movimento alla coscia e al quadricipite. Potrò recuperare quello che si è salvato”.

Probabilmente a Manuel Bortuzzo serviranno diversi interventi chirurgici, ma la speranza di tornare a camminare c’è: “Per altre cose minori bisognerà agire in modo esterno con degli interventi. Fino a che posso, che son vivo io mi impegnerò. Non dirò di non fare le operazioni. I medici con me sono stati chiari su cosa potrò recuperare. Se fosse ‘no, è impossibile’, me l’avrebbero detto”.