Manoscritto preziosissimo rivive grazie alla Treccani

E’ uno dei codici miniati più famosi e preziosi dell’intero Medioevo e contiene la versione più completa del Roman d’Alexandre, il breve Alexander and Dindimus in inglese e la versione francese, Livres du graunt Caam, del Milione di Marco Polo. Il manoscritto Roman d’Alexandre, noto come Bodley 264, conservato ad Oxford nella Bodleian Library, ‘rivive’ grazie all’Istituto Treccani, che ne propone la riproduzione integrale in facsimile, in tiratura mondiale di 499 copie numerate a mano. Il manoscritto, iniziato nel 1338 a Tournai (Belgio) e terminato a Londra nel 1410, ha un valore storico e letterario notevole, perché è l’unico a contenere le tre opere insieme e conserva uno dei più notevoli programmi di miniatura di qualsiasi manoscritto medievale