Lui, lui e lei. Sesso spinto (e senza censura) nel mare di Amalfi, sotto gli occhi di tutti, a poche centinaia di metri dalla riva. E il video, neanche a dirlo, diventa virale in rete

 

Travolti dalla passione nell’azzurro mare di agosto, siamo a luglio ma fa lo stesso. Almeno a guardare questi tre giovanotti che non si fanno problemi a dare sfoggio di tutto il loro ardore su uno yacht di 30 metri a largo di quello che sembrava il mare partenopeo, a due passi da Posillipo. Sembrava, appunto. Nel video si vede una ragazza moro in mezzo a due uomini giovani e palestrati. Una scena porno alla luce del sole che immediatamente ha scatenato l’eccitazione delle persone e dei marinai attorno all’imbarcazione hot. Immediatamente la notizia si è diffusa in rete e il tam è partito tra chi si dice indignato, chi va a caccia dei nomi dei 3 e chi manifesta ironicamente il suo disappunto per un invito mai recapitato. “Non c’e’ niente di bello o positivo in questa cosa – scrive un’utente – Magari 20 anni fa, adesso e’ solo la punta dell’iceber di un filone di degenerazione che grazie ai sinistrati e tanti altri fattori sta facendo diventare l’Italia una cloaca”. E non manca chi rincara la dose: “La gente può fare quel che vuole”. (Continua dopo la foto)


“Sarebbe opportuno avere un briciolo di decenza. Così all’aperto dove tutti, bambini inclusi, possono vedere è veramente miserevole”. Oppure: “Questo si che una sana attività nella natura !!! Sinceramente non trovo nulla di male…. immagino che la barca è di loro proprietà…. quindi al largo fanno ciò che vogliono…. e mi viene in mente, da giovane quante volte ho fatto sesso al largo di Ostia sul pedalo o sul pattino…. a differenza che all’epoca non c’erano i smartphone a riprenderci !!!”. E c’è chi addirittura ci mette in mezzo la politica: “Quelli di destra queste cose le fanno pure, ma a casa loro e non alla luce del sole come invece i sinistrati che per qualsiasi idiozia sono pronti a sbandierare i loro “diritti”. (Continua dopo le foto)

 

{loadposition intext} 

“L’esibizionismo e il permissivismo non sono mai stati valori di destra, ma di voi decerebrati sinistrati, che non sapete distinguere tra fare una cosa in privato e farla in pubblico, a causa della vostra scarsa intelligenza. Si vede che sei di sinistra”. Quale che sia la vostra idea la verità è che il video è piuttosto datato, risale infatti al 2015 e, girato nelle acque sarde di Capriccioli, è circolato sui telefoni di mezza Italia via WhatsApp, come si evince dall’articolo pubblicato su Olbia.it.. Insomma l’indignazione o l’adulazione sono arrivate in ritardo.

“Ha acceso lo stereo, ci siamo sdraiati e abbiamo fatto sesso. Una volta, poi un’altra. La tripletta, però, non gli è riuscita”. Il racconto dettagliato e molto hot di quella notte memorabile sta surriscaldando il web