“Detto da lei…”. Non è l’Arena, scontro tra Massimo Giletti e Matteo Bassetti: “Vado via!”

Il rapporto tra Massimo Giletti e Matteo Bassetti è ai ferricorti. Siamo a Non è l’arena, su La7, a iniziare è stato il medico che ha chiesto di focalizzarsi anche sugli aspetti positivi e non solo su quelli negativi del Covid-19. “Pier Ferdinando Casini – ha ricordato l’infettivologo – è appena uscito dall’ospedale e ha detto che ha trovato medici bravissimi”. Immediata la replica furiosa del conduttore di La7: “È diventato politico! La vedremo in politica a breve. Da lei non lo accetto…”. E ancora: “Io ho persone che hanno incassato soldi per portare mascherine in Italia, che hanno speculato mentre migliaia di persone morivano”.

E ancora: “Voi che siete stati lì sapete delle difficoltà che abbiamo passato quindi basta dire che è andato tutto bene. Io non sto da quella parte lì, oggi bisogna avere il coraggio di dire che chi ha sbagliato deve pagare”. Un’uscita che lascia Bassetti interdetto: “Ha detto tutto lei, io non voglio fare il politico”. Finita qui? Assolutamente no, il medico prosegue: “Io sono stato invitato qui da medico, mi avete fatto delle domande e rispondo da medico, altrimenti vado via e parlano i politici che forse è meglio”. (Continua a leggere dopo la foto)


Poi interviene Luca Telese: “Ma non sono domande politiche, potremmo anche non nominare alcun politico, dobbiamo solamente far sì che questo non capiti più. È il suo lavoro”, dice il giornalista rivolgendosi a Bassetti che replica punto per punto alle “accuse” rivoltegli in collegamento. (Continua a leggere dopo la foto)

E dice: “Non ho il reparto pieno di varianti Covid, non bisogna terrorizzare le persone, io non andrò mai contro il mio ospedale”. Il direttore delle Malattie infettive all’ospedale San Martino di Genova, commenta in particolare l’allarme lanciato nei giorni scorsi dal suo collega Massimo Galli che ha riferito di avere “il reparto invaso dalle nuove varianti” e che questo problema “riguarda tutta Italia”. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}
Il Sacco di Milano, per il quale lavora Galli, ha poi fatto sapere in una nota che “tali affermazioni al momento attuale non rappresentano la reale situazione epidemiologica all’interno del presidio”.

Ti potrebbe anche interessare: “Una sofferenza immensa”. Clizia Incorvaia, la verità sul tradimento all’ex marito Francesco Sarcina. “È successo per strada”