Le Ninfee, 40 milioni di euro per l’ossessione di Monet

Guardate bene questi fiori, valgono 31,7 milioni di sterline, quasi 40 milioni di euro. A tanto è stato appena venduto all’asta da Sotheby’s a Londra “Les Nympheas”, dipinto nel 1906 da Claude Monet. Non si può parlare tecnicamente di record solo perché nel 2008 un altro quadro del maestro impressionista, “Le Bassin Aux Nympheas“, venne battuto a quasi 60 milioni. Entrambe le opere fanno parte di un ciclo di circa duecentocinquanta che Monet dedicò alle piante dello stagno creato nel suo giardino a Giverny, in Normandia. Una specie di ossessione, che lui raccontò così: “Ci ho messo del tempo per capire le mie ninfee. Le ho piantate per puro piacere; le ho cresciute senza pensare di dipingerle. Un paesaggio ci mette più di un giorno per entrarti sotto la pelle. Poi, all’improvviso, ho avuto la rivelazione: quanto era bello il mio stagno. Ho afferrato la mia tavolozza. Da quel momento difficilmente ho avuto altri soggetti”.