Il leggendario Sforza-Savoia esce dal caveau

La Biblioteca Reale di Torino ha esposto il 12 giugno, in via del tutto eccezionale e per un solo giorno, il manoscritto “Il Leggendario Sforza-Savoia” in occasione dell’inaugurazione della mostra organizzata per la conclusione del suo restauro e della pubblicazione dell’edizione in facsimile realizzata da Franco Cosimo Panini Editore in collaborazione con Treccani in edizione limitata di 750 esemplari. Il codice è stato realizzato nel 1476 per il duca di Milano Galeazzo Maria Sforza e la consorte Bona di Savoia. Si tratta di una raccolta di storie – o leggende, da cui il nome Leggendario – tratte dai Vangeli Apocrifi e dal Nuovo Testamento con un apparato illustrativo straordinario composto da  più di trecento grandi scene miniate che accompagnano il testo. Ad esso è interamente dedicata la mostra “Il Leggendario Sforza-Savoia”, curata da Franco Cosimo Panini Editore e visitabile fino al 21 giugno. L’esposizione permetterà ai visitatori di approfondire la storia e i segreti del codice, ma soprattutto di osservarne le miniature, grazie a un percorso di oltre settanta riproduzioni  delle pagine e attraverso una postazione interattiva per la navigazione e l’esplorazione digitale del codice, dotata di schermo multi-touch ad altissima risoluzione.