“È la prima volta che succede”. Jo Squillo infrange il regolamento de ‘I soliti ignoti’. Amadeus costretto a intervenire

Altra puntata de I soliti ignoti, il game show di Rai1 condotto da Amadeus, e altro piccolo inconveniente per l’ospite-detective, per l’occasione si trattava di Jo Squillo. Anche nella puntata di venerdì 21 maggio si gioca per devolvere il montepremi al Centro Astalli per i rifugiati. L’indagine di Jo Squillo è molto buona, la cantante sbaglia solo un’identità, arrivando alla fase finale con un tesoretto di 128mila euro. Riesce a condurre una buona indagine fidandosi del suo fiuto e degli aiuti che le consentono di collezionare un buon bottino.

Si arriva poi al parente misterioso che si chiama Veronica e ha 32 anni, sorella di uno degli ignoti. La cantante utilizza tutti gli aiuti e gioca per 51.200 euro. Jo Squillo inizialmente era partita individuando due possibili ignoti, poi per sicurezza ha deciso di dimezzare e restringere a 4 il numero degli ignoti. Indovina l’ignoto esatto (il numero uno) e devolve il montepremi in beneficenza.Tuttavia percorso avviene qualcosa di insolito, che raramente accade durante la puntata. Prima che l’ignoto otto si presenti, Jo Squillo lo precede e gli pone immediatamente il domandone. Neanche Amadeus si accorge dell'”inconveniente”. A questo punto è costretto ad intervenire Amadeus che chiede scusa per non aver chiesto nome ed età dell’ignoto e il regista questo modo recupera la presentazione. I telespettatori sono increduli: “La prima volta che succede”.Un altro inconveniente era capitato anche nella puntata di giovedì 20 maggio. In quell’occasione l’ospite-detective era l’attore Daniele Liotti che parte subito alla grande, il suo percorso è molto buono e riesce quasi a fare “filotto” indovinando sette identità su otto. L’artista arriva alla fase finale con un tesoretto di 43mila euro. Entra il parente misterioso, è Manuel, 28 anni, fratello di uno degli ignoti.

Daniele Liotti, avvicinandosi per l’ispezione, lo saluta. Il parente sta per rispondere, quando interviene Amadeus: “No, non può parlare. Per favore”. Anche l’accento infatti potrebbe essere un indizio prezioso. Un colpo di reni di Amadeus per cercare di non far indovinare facilmente l’identità del parente misterioso. A quel punto Liotti utilizza tutti gli aiuti e gioca per 17.200 euro. Daniele Liotti quindi sceglie l’ignota numero quattro come sorella del parente misterioso. La scelta è davvero complicata e purtroppo per l’attore e per il centro Astalli, la risposta è sbagliata. La risposta giusta infatti si nasconde dietro l’identità dell’ignoto numero sette.


“No, fermo, non lo puoi fare!”. I soliti ignoti, Amadeus costretto a ‘bloccare’ un ignoto. L’imbarazzo di Daniele Liotti