I cinque libri da rileggere (o leggere) questa estate

Ci sono cose che, una volta che le hai fatte, ti cambiano la vita per sempre: il primo bacio, l’esame di maturità, la prima volta che hai fatto l’amore, quel triste giorno in cui sei stato lasciato. E poi ci sono i libri. Quelli che lasciano il segno e che, a volte, ti fanno perfino diventare una persona migliore. Ecco i cinque libri che, se non li conosci, devi leggere quanto prima!

1) Il mondo secondo Garp di John Irving

Una rassegna di atteggiamenti incongrui e imprevedibili verso il sesso, il matrimonio, la famiglia e il femminismo. Una donna sessualmente sospetta, la madre di Garp, diviene bersaglio di un pazzo che odia le donne; Garp, a sua volta, diviene bersaglio delle femministe radicali e sarà vittima di una pazza che odia gli uomini. Un libro ironico e drammatico che rivela le contraddizioni dell’America di fronte alle problematiche della liberazione sessuale.


2) Ogni cosa è illuminata di Jonathan Safran Foer

Con una vecchia fotografia in mano, un giovane studente, che si chiama Jonathan Safran Foer, visita l’Ucraina per trovare Augustine, la donna che può aver salvato suo nonno dai nazisti. Jonathan è accompagnato nella sua ricerca da un coetaneo ucraino, Alexander Perchov, detto Alex. Alex lavora per l’agenzia di viaggi di famiglia, insieme a suo nonno che, a dispetto di una cecità psicosomatica fa l’autista, e in compagnia di una cagnetta maleodorante, chiamata Sammy Davis Jr Jr, in onore del cantante preferito dal nonno.

3) Il più grande uomo scimmia del Pleistocene di Roy Lewis

Il racconto comico della scoperta e dell’uso, da parte di una famiglia di uomini estremamente primitivi, di alcune delle cose più potenti e spaventose su cui la razza umana abbia mai messo le mani: il fuoco, la lancia, il matrimonio…

4) Il diario di Adamo ed Eva di Mark Twain

In un’epoca in cui l’amore eterno sembra passato di moda sia come mito romantico che come sogno degli adolescenti, Mark Twain ce ne rinnova la speranza. Il segreto è quello della tolleranza, che nell’accettazione delle reciproche fastidiose diversità consente di raggiungere il traguardo faticoso di una vita in comune. L’amore eterno qui sulla terra non è un tenero idillio, ma una laboriosa conquista.

5) Full of life di John Fante

Il libro più comico e autobiografico scritto da Fante, il suo ultimo romanzo prima del lungo silenzio durato oltre venticinque anni. Protagonisti John e sua moglie Joyce alle prese con l’arrivo del loro primo figlio, l’improvviso attacco di una schiera di voraci termiti alla loro casa di Los Angeles, il soccorso di papà Nick e una serie interminabile di piccole disavventure e litigate, tra lacrime, sorrisi, crisi mistiche e formidabili bevute di vino.