Cinque gialli da brivido da leggere tutti d’un fiato

Quei libri che proprio non puoi smettere di leggere. Un assassinio, o più di uno. Le indagini, la ricerca degli indizi. Chi sarà il colpevole? Ti pare di capirlo subito, poi, invece, non ci hai capito niente. Ci sono libri dai quali non ti riesci a staccare, che ti appassionano e travolgono e tu, quindi, non puoi fare altro che leggerli. Tutto d’un fiato. Ecco i cinque gialli per un’estate da brivido.

 

Fantasmi del passato. Un’indagine del commissario Bordelli di Marco Vichi (Guanda)


Firenze, dicembre 1967. Il commissario Bordelli è appesantito dai rimorsi di una faccenda non lontana nel tempo e dal desiderio struggente di una donna che ha perduto. Il ricordo di sua madre, scomparsa ormai da diversi anni, lo avvolge di dolce malinconia. Nel freddo di dicembre, in una villa sulle colline, un uomo molto ricco e benvoluto da tutti viene ucciso con un fioretto, e l’assassino non lascia nessuna traccia…

La sirena di Camilla Lackberg (Marsilio)

Un mazzo di gigli bianchi e una busta con un biglietto. L’ennesimo. Impegnato nel lancio del suo romanzo d’esordio, Christian Thydell riconosce sul cartoncino bianco che gli viene recapitato prima di una presentazione la stessa calligrafia elaborata che da oltre un anno lo perseguita, e finisce per crollare. A Erica Falck, sua preziosa consulente nella stesura del libro, confessa di ricevere da tempo oscure lettere anonime. Uno sconosciuto lo minaccia di morte, e il pericolo si fa sempre più vicino. Quando dal ghiaccio lungo la costa viene ripescato il corpo di un vecchio amico di Christian misteriosamente scomparso tre mesi prima, l’ispettore Patrik Hedström si convince che tra i due episodi ci sia una relazione e comincia a indagare.

La presentatrice morta di Peppi Nocera (Longanesi)

È la sera della grandiosa festa del cinquantottesimo compleanno di Eda Dolci, star televisiva che ha fatto la storia del piccolo schermo. Bella, famosa e spietata, Eda ha un marito, due figli, un cane. Eppure nulla della sua esistenza è ordinario. Nemmeno il suo compleanno. Gli ospiti sono arrivati numerosi per celebrarla come merita, ma Eda non taglierà mai quella torta, perché giace indecorosamente morta nel suo lussuoso attico romano. 

La piramide di fango di Andrea Camilleri (Sellerio)

Sono giorni di pioggia a Vigàta, quegli acquazzoni violenti e persistenti che non danno requie. È in una di queste giornate che Giugiù Nicotra viene trovato morto in un cantiere, mezzo nudo, colpito da un proiettile alle spalle. Aveva cercato scampo in una specie di galleria formata da grossi tubi per la costruzione di condotte d’acqua. L’indagine parte lenta e scivolosa, ma ben presto ogni indizio, ogni personaggio, conduce al mondo dei cantieri e degli appalti pubblici. 

In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi di Maurizio De Giovanni (Einaudi)

Immersa nel caldo torrido di luglio e nei preparativi per una delle feste più amate, la città è sospesa tra cielo e inferno. Quando un notissimo chirurgo cade dalla finestra del suo ufficio, per Ricciardi e Maione inizia una indagine che li porterà nel cuore dei sentimenti e delle passioni più tenaci e sconvolgenti. Infedeltà e tradimento sembrano connessi in modo inestricabile alla gioia rara dell’amore.