“Te lo avevo promesso Luana”. Giulia Salemi, il gesto per la 22enne morta in fabbrica toglie il respiro

Una storia di quelle belle, che vale la pena raccontare. Protagonisti Giulia Salemi e Pierpaolo Pretelli. La coppia ha deciso di fare visita a Pistoia alla famiglia di Luana D’Orazio, la ragazza di 22 anni morta intrappolata in un macchinario sul posto di lavoro lo scorso maggio. Un incidente terribile dopo il quale Giulia Salemi ha avviato una raccolta fondi per poter aiutare i familiari di Luana e il suo bambino: “Quando ho letto la notizia mi è venuto naturale dedicarle un pensiero attraverso un tweet. Ho scoperto che Luana mi seguiva su Instagram…. mi si è gelato il sangue”.


“Ho voluto parlare con Emma, sua madre, che mi ha detto che negli ultimi mesi Luana e suo fratello ridevano e piangevano con me e Pierpaolo…come faccio a non sentirmi parte di quel dolore indescrivibile?” ha scritto Giulia Salemi nel post con cui ha aperto la raccolta che, infatti, proprio durante la sua visita ha consegnato alla madre della 22enne. “Pier ed io oggi siamo andati a Pistoia e abbiamo pranzato con la famiglia di Luana e di Alberto”.

giulia salemi


Poi Giulia Salemi continua: “Abbiamo portato la nostra vicinanza e l’abbraccio di tutti coloro che hanno partecipato alla raccolta fondi che oggi abbiamo virtualmente consegnato. È stato tutto emozionante e sincero. Ogni attimo, ogni sguardo e tutte le parole sono state piene d’amore anche se ogni cosa intorno a noi parlava di lei… anche i silenzi. Il dolore di Emma e Luca, gli occhi del piccolo Alessio e la dolcezza di Alberto”.


giulia salemi


“Dopo un inevitabile imbarazzo iniziale siamo riusciti a trasportare la giornata verso la bellezza della vita – aggiunge Giulia Salemi – Siamo riusciti anche a sorridere, tutti, e a parlare della vita in positivo e guardare avanti, perchè solo così si puó superare il più grande dei dolori che si possano vivere. Grazie Emma per aver condiviso con noi parte del tuo dolore. Luca, amico speciale, il tuo sorriso è sempre con me. Alberto, il nostro cuore è tuo. Speriamo che la nostra visita vi abbia regalato un pó di leggerezza ed allegria”.

luana d'orazio
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Giulia Salemi (@giuliasalemi)


Luana D’Orazio, l’operaia di 22 anni inghiottita da un macchinario tessile lunedì 3 maggio in un’azienda di Montemurlo, in provincia di Prato seguiva Giulia Salemi. Sarebbe morta sul colpo per gravissime fratture toracico-polmonari: questa è la causa della morte secondo le indiscrezioni arrivate dall’autopsia eseguita nelle settimane scorse all’ospedale di Pistoia.

Pubblicato il alle ore 18:32 Ultima modifica il alle ore 18:36