Gianfranco Vissani scherzi a parte

“Indecente, roba oscena”. Gianfranco Vissani, bufera dopo Scherzi a Parte. Mediaset massacrata

È partita col botto la nuova edizione di Scherzi a parte, lo storico programma Mediaset condotto da Enrico Papi. Le prime vittime sono state lo chef Gianfranco Vissani, l’attrice Manuela Arcuri e la showgirl Antonella Elia e l’attore Andrea Roncato.

Dopo la messa in onda dello scherzo allo chef umbro, sui social è scoppiata la bufera, ma andiamo con ordine. Durante la clip Vissani è restio a seguire le regole anti covid imposte dal governo. Del resto la categoria dei ristoratori è stata molto penalizzata e chi ama il proprio lavoro, come Vissani, questo scherzo è stato un vero colpo al cuore. Alla vigilia della riapertura tanto attesa del ristorante dopo la chiusura forzata per lockdown, arriva l’ASL per fare i dovuti controlli e lo chef stellato perde le staffe.

Gianfranco Vissani scherzi a parte

Gianfranco Vissani, bufera dopo Scherzi a Parte

Il giorno della riapertura del ristorante, infatti, i finti ispettori della Asl incaricati di controllare il rispetto delle norme anti-Covid hanno bloccato il tutto. Distanziamento sociale non rispettato e ambienti non igienizzati, con tanto di pentole appese in cucina. Gianfranco Vissani non risparmia un linguaggio colorito e si scaglia contro i finti ispettori della Asl che non vogliono dargli il via libera per riaprire il ristorante e lo accusano anche di avere intascato i sussidi del Governo. Ma lui non ci sta e ribatte: “Ho preso soltanto i 600 euro per la Partita Iva”.


Gianfranco Vissani scherzi a parte

Ma sono state le parolacce e il linguaggio decisamente colorito a scatenare gli utenti sui social. “Fa schifo da quante parolacce ha usato, una roba oscena”; “Ma sta roba dovrebbe far ridere? Lui che sclera per le norme anti covid?”; “Risulterò pesante ma uno scherzo sul covid anche no e poi lui ne sta uscendo male male #ScherziaParte”; “L’arroganza degli chef”. A far infuriare la frase pronunciata dallo chef: “Io sono anti Covid”. Tante le condanne sui social: “Aaaah ok ora ho capito, lo scherzo serve per rafforzare l’idea che già tutti avevamo di questo “personaggio”. Perfetto ora è tutto chiaro grazie”.

E ancora: “Noi invece facciamo i covid-party per quanto ci piace”, “Ma questo è negazionista? Non gli avrei dedicato nemmeno un secondo, ma manco per uno scherzo”, “Perché un cesso che è anti Covid sta in prima serata su canale 5?”. Criticata anche la scelta del programma di organizzare uno scherzo a tema covid: “Scherzare sul covid? Mostrare quindi uno che urla all’ASL? Che senso aveva questo scherzo? Vergogna”. “Questa MEDIASET mi fa sempre più schifo”.

Pubblicato il alle ore 07:49 Ultima modifica il alle ore 07:49