“Hai combattuto come un leone”. Ezio Greggio sconvolto dalla notizia della sua morte

“Mi mancheranno i nostri incontri, ci capivamo con uno sguardo in scena all’epoca e nella vita fino a quando l’ho sentito pochi giorni fa. Ci lascia un esempio di grande professionalità e la forza da leone con la quale affrontava la vita”. Così Ezio Greggio ha voluto ricordare l’amico scomparso. Lo ha fatto nel corso di un’intervista a Fanpage.it. La storia è quella di un’amicizia che andava oltre il lavoro.


“Faceva tanto teatro con successo: di solito io ero in onda con Striscia e lui veniva a Milano con la sua commedia. Andavo sempre a vederlo e lui dal palco alla fine mi salutava. Poi andavamo a cena e ci perdevamo a raccontare quante ne avevamo combinate insieme”. E ancora: “Il segreto era un affiatamento dovuto a una grande ironia che avevamo entrambi. Quando ci divertivamo noi si divertiva il pubblico”. Parla di Gianfranco D’Angelo Ezio Greggio e non riesce a non commuoversi.

ezio greggio


Racconta l’ultimo periodo dell’amico: “Ciò che ci siamo detti resta tra me e lui. L’ho fatto ridere ed era sereno accanto alle figlie e a chi gli voleva bene”. Ezio Greggio sapeva che stava male, l’aveva sentito al telefono e le condizioni di salute peggiorate gli avevano lasciato presagire la fine imminente. Sul suo letto d’ospedale hanno vegliato le figlie Daniela e Simona, insieme a tutti coloro che hanno condiviso con lui questi 85 anni di vita.


gianfranco d'angelo


La scomparsa di Gianfranco D’Angelo non ha toccato solo Ezio Greggio ma molti volti noti della tv. “Una persona appassionata e un artista che ha segnato nello spettacolo leggero italiano una fase precisa della sua evoluzione, monologhista fantastico, uomo di spettacolo fino all’ultimo”. Con queste parole, l’attore Leo Gullotta ricorda all’AdnKronos il collega Gianfranco D’Angelo, scomparso nella notte di Ferragosto.

enzio greggio


“Le tavole del palcoscenico erano il punto di riferimento della sua vita, assieme alla sua deliziosa famiglia – prosegue l’attore siciliano – Un grande lavoratore con cui ho condiviso non esperienze teatrali o televisive comuni ma un percorso molto simile, anche se in periodi diversi che non hanno permesso di incrociarci: dal ‘Puff’ di Lando Fiorini al ‘Bagaglino’ di Pierfrancesco Pingitore, assieme a comici di talento come Oreste Lionello, Pippo Franco, Enrico Montesano, Pino Caruso”.

Pubblicato il alle ore 17:22 Ultima modifica il alle ore 17:22