Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Foto, social e… le 12 pessime abitudini che portano alla depressione

Evitare la depressione? Meglio, evitare quello stato di malessere psicologico che chiamiamo depressione e che, prima o poi, colpisce quasi tutti? Health ha scovato dodici comportamenti da evitare per aiutarci a stare meglio. In Italia li ha rilanciati l’Huffington Post. Eccoli:


Camminare ciondolando

I ricercatori hanno scoperto che soggetti a cui è stato chiesto di camminare con le spalle curve e le braccia penzoloni hanno vissuto stati d’animo peggiori rispetto a quelli che avevano un passo più vigoroso. Inoltre i primi erano più tendenti a ricordare le cose negative piuttosto che quelle positive.

Scattare continuamente foto

Uno studio ha proposto questo esperimento: alcuni soggetti mandati al museo con l’ordine di fotografare alcuni oggetti e di osservarne altri. Alla fine è risultato che ricordavano meglio quelli osservati di quelli immortalati. 

Sopportare i bulli

Il bullismo non finisce quando si lascia la scuola. Secondo il Workplace Bullying Institute “rimanere attaccati ad un posto di lavoro nonostante i maltrattamenti può essere devastante rende emotivamente volatili, tanto che diventa difficile alzarsi e andare a lavorare”.

Non fare esercizio fisico

Allenarsi tre volte a settimana diminuisce il rischio di essere depressi del 19%, secondo un nuovo studio di JAMA Psychiatry. Chi smetteva di allenarsi diventava più triste, mentre chi iniziava a lavorare migliorava l’umore.

Rimandare gli impegni

Pensate a un compito che avete continuato a rimandare. Se il motivo è perché è noioso o semplicemente non vi va di farlo, beh, non vi possiamo aiutare. Ma se si sta evitando l’operazione perché mette ansia o per la paura di fallire, quindi procrastinare rende il tutto ancora più snervante.

Vivere una relazione tossica

Molte persone soffrono di ansia e depressione perché vivono con partner che li ritengono incopetenti, corrodendo in maniera devastante la loro autostima. Spesso ci vogliono anni per capire che sono proprio le relazioni amorose sbagliate a rendere peggiori sul lavoro.

Prendere la vita troppo seriamente

Un piccolo inciampo si trasforma in una tragedia immensa. Pratica molto diffusa che fa molto male alla mente. Ci sono decine di studi che dimostrano i benefici della risata sulla nostra salute fisica e mentale. La risata è la medicina più veloce contro l’ansia e la depressione.

Non dormire 

Il sonno influisce su tutto, sulle capacità emotive e mentali, così come sul funzionamento del nostro corpo. Il sonno è il nostro modo di rigenerare gli organi interni, e la privazione di esso distrugge il nostro corpo.

Non stare mai da soli

Tra i mille impegni della vita moderna e pure una certa paura della solitudine, si rischia di non avere mai un momento per se stessi. Invece è fondamentale, anzi vitale, passare del tempo da soli. Che si tratti di 10 minuti, un’ora, o un giorno.

Non parlare con nessuno

Siamo abituati alle discussioni sui social network, dimenticando le chiacchierate faccia a faccia, questo diminuisce la capacità di concentrazione quando qualcuno ci parla e pure la capacità di capire se qualcosa è importante o meno.

Rimanere sempre connessi

Essere sempre connessi significa non riposare mai veramente, e quindi impedire al corpo e alla mente di rigenerarsi. Tutto questo alla fine si trasforma in ansia e depressione.

Essere multitasking

Siamo tutti coinvolti: infatti chi non mangia davanti al computer, o non scorre Facebook mentre guarda la Tv? La ricerca mostra che, anche se molte persone pensano di essere più produttivi grazie al multitasking, non è veramente così. Anzi lo stress che segue, impedisce di essere concentrati su ciò che ci circonda.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) รจ una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004