“Ciao…”. Eros Ramazzotti, il dolore del cantante. La notizia ha fatto breccia nel suo cuore

Un dolore intenso, come un pugno nello stomaco. È quello che ha provato Eros Ramazzotti quando ha saputo la notizia. È rimasto in silenzio per qualche ora, poi non è più riuscito a restare in silenzio. Lo ha fatto a modo suo, con una foto a corredo del quale ha apposto il testo di una sua canzone. Solo venerdì scorso, ospite di Felicissima Sera il programma in onda su Canale 5 di Pio e Amedeo, Eros Ramazzotti aveva fatto parare di sé.

Eros Ramazzotti ha infatti aveva preso una decisione da applausi. Non aveva praticamente guadagnato nulla dalla serata. Il duo Pio e Amedeo aveva infatti riferito davanti alle telecamere: “Ha devoluto il cachet ai lavoratori del mondo dello spettacolo”. Aveva voluto dare un sostegno fattivo a tutte quelle persone che sono state colpite pesantemente dal coronavirus. Infatti, in molti non hanno nemmeno potuto usufruire degli ammortizzatori sociali e si sono ritrovati senza lavoro da un giorno all’altro. Un grande cuore, quello di Eros Ramozzotti. Continua dopo la foto


Che oggi ha voluto ricordare Luana D’Orazio, 22enne e neomamma, strappata alla vita in modo cruento e beffardo. Impigliatasi all’orditoio, ossia la macchina che permette di preparare la struttura verticale della tela che costituisce la trama del tessuto, non è più riuscita a sfilarsi dalla macchina stessa che l’ha risucchiata, uccidendola. Eros Ramazzotti ha voluto ricordarla. Continua dopo la foto

In una Stories Instagram ha pubblicato una foto della giovane, scrivendo ‘Ciao Luana’ e corredando lo scatto ed il saluto con i versi di una sua celebre canzone, vale a dire “Sta passando Novembre”. Un fiume di commenti e di dolore mentre arriva la notizia che la magistratura sta andando a fondo alla questione. Si stanno concentrando su una saracinesca protettiva rimossa le indagini della procura di Prato che ha aperto un fascicolo per la morte della ragazza. Continua dopo la foto

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Eros Ramazzotti (@ramazzotti_eros)


Gli inquirenti ieri hanno ascoltato anche alcuni colleghi della giovane per ricostruire con esattezza la dinamica dell’infortunio mortale. “Stiamo lavorando per capire se e cosa non abbia funzionato nel macchinario, compresa la fotocellula di sicurezza – ha spiegato il procuratore capo di Prato, Giuseppe Nicolosi all’Adnkronos – Abbiamo ricevuto i rilievi e ora nomineremo i periti per gli accertamenti tecnici sui documenti raccolti dalla polizia giudiziaria”.

Ti potrebbe interessare: “Tutto vero”. Eros Ramazzotti e Marica Pellegrinelli, dopo le voci sul ritorno di fiamma arriva la conferma