Bufera in Rai dopo l’ennesimo taglio, lascia un conduttore simbolo

Nuovo terremoto in Rai. Il conduttore lascia la guida dello storico programma. La rivoluzione era stata annunciata qualche settimana fa con una lettera inviata dalla presidente Marinella Soldi e dall’amministratore delegato Carlo Fuortes avevano tracciato i prossimi obbiettivi. “È per noi un onore che, in questo particolare momento storico, ci venga affidata, per il nostro mandato, la più grande azienda culturale del Paese”, scrivevano Soldi e Fuortes.


“La Rai svolge un ruolo primario nella costruzione della coesione e inclusione sociale e ha bisogno di avere il coraggio e le energie positive per innovare e sperimentare. Un obiettivo che in questi giorni si rinnova attraverso un consiglio di amministrazione che avvia il suo percorso pienamente consapevole della necessità di un forte cambiamento. Così per affrontare adeguatamente le grandi sfide culturali, economiche e tecnologiche dei prossimi anni, indispensabili per la nostra azienda”.

novantesimo minuto

Enrico Varriale, nuova bocciatura per il conduttore

Il principale sacrificato era stato Enrico Varriale che non sarà più vicedirettore di Rai Sport. Il motivo? Non è dato sapere mentre sono stati confermati con le funzioni di vicedirettore della testata Rai Sport a Marco Civoli e Alessandra De Stefano. Ora per il conduttor arriva una nuova doccia fredda. Stando a quanto riporta Repubblica, oltre alla vicedirezione Enrico Varriale dovrà rinunciare anche a Novantesimo Minuto.


novantesimo minuto


Trasmissione di punta che l’anno scorso ha condotto con Paola Ferrari e che dall’anno prossimo dovrebbe finire nelle mani di Marco Lollobrigida, conduttore di Notti Europee all’inizio dell’estate. A Paola Ferrari, che ha annunciato l’addio alla Rai dopo i mondiali in Qatar del 2022. Le sarà invece affidata la guida dei programmi di apertura e chiusura delle partite della Nazionale.

novantesimo minuto


Enrico Varriale è nato a Napoli il 22 gennaio 1960. Diventa giornalista professionista nel 1985, alternando lo studio universitario al lavoro di giornalista presso una tv privata napoletana (Canale 21). E redattore presso Il Mattino. Durante la sua carriera il giornalista sportivo è stato protagonista di alcune discussioni da studio durante le interviste con diversi allenatori.

Pubblicato il alle ore 14:42 Ultima modifica il alle ore 14:43