‘’È morto Arnold’’. La notizia della scomparsa dell’attore Gary Coleman fa il giro del mondo e in molti la postano su facebook. Poi qualcuno si accorge di un “dettaglio” (non proprio irrilevante) ed ecco cosa succede

 

Sul web è diventata notizia in queste ore, ma si tratta di un clamoroso epic fail. ‘’È morto Arnold’’, tuonano alcuni siti che annunciano la morte di Gary Coleman, l’attore che ha vestito i panni del famoso protagonista del telefilm Il mio amico Arnold (Diff’rent Strokes).

Un epic fail, dicevamo, perché la sua morte in realtà risale a ben sei anni fa. La notizia potrebbe essere ‘’partita’’ dalla Gran Bretagna dove giorni fa è morto misteriosamente un certo Gary Coleman, che lavorava al dipartimento di Chimica dell’università di Cardiff.


(Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

La cosa ha provocato l’ilarità  del web che ieri sera, soprattutto su Twitter, ha commentato l’accaduto. “Povero #garycoleman! É morto da sei anni, ma il web se ne è accorto solo oggi!”, scrive un utente sel social. E ancora “Allora mi avvertono che Arnold, al secolo #GaryColeman , già era morto sei anni fa. …mi scuso.”, cinguetta un altro. 

(Continua a leggere dopo la foto)

La morte di Arnold – L’attore Gary Coleman, 42 anni, protagonista della celebre sitcom, è morto a seguito di una emorragia cerebrale dopo una caduta nella sua casa a Salt Lake City, nello Utah. Coleman era entrato in coma fino a essere mantenuto in vita solo con le macchine. Poi, la notizia del decesso. Dopo una vita segnata da problemi di salute, fin dalla più tenera età.

(Continua a leggere dopo la foto)

In onda negli Stati Uniti dal 1978 al 1986, la serie Il mio amico Arnold arrivò al pubblico italiano negli anni Ottanta, quando Canale 5, ormai rete nazionale, ne fece un punto fermo della sua programmazione.

Gary Coleman, nato a Zion, Illinois, nel 1968, non era un piccolo e grassottello ragazzino nero, ma un uomo, adulto e minato nel fisico. Il suo sviluppo era stato compromesso da una forma di insufficienza renale che lo aveva torturato fin dall’infanzia. Nei suoi anni verdi Coleman passò attraverso due trapianti di ren, ma non riuscì a sottrarsi alla dialisi, suo malgrado compagna di una vita. 

Come dimenticare Willis, il fratello di Arnold! Che fine ha fatto? Dopo aver rischiato di morire per la droga, ha cambiato vita: ecco cosa combina e come è diventato

 

Pubblicato il alle ore 07:21 Ultima modifica il alle ore 11:51