Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Dervisci rotanti, la danza come ricerca mistica e spirituale

Jalal ad-Din Rumi è il fondatore di uno degli ordini contemplativi più noti del sufismo, la via interiore dell’Islam, l’ordine dei Mevlevi, conosciuti anche come i “dervisci rotanti”. I suoi insegnamenti sono stati custoditi e tramandati di generazione in generazione fino ad arrivare al suo ventiduesimo discendente diretto, Faruk Hemdem CELEBI, che in questi giorni sarà in Italia (A Milano il 22 settembre all‘Auditorium Fondazione Cariplo, e a Roma il 23 al Teatro Argentina) per una “celebrazione religiosa” di straordinario fascino: un gruppo di venti artisti tra musicisti e danzatori proporranno la loro cerimonia danzante al pubblico.


L’evento “Invito all’Amato: dialoghi e danze dei Dervisci di Konya”, è un’occasione per aprirsi al dialogo con il mondo musulmano e con quella saggezza che oltrepassa i confini dello spazio e del tempo. “La finalità dell’evento – spiegano gli organizzatori – è riportare l’attenzione sull’Amore di Dio e sull’amore per il prossimo tramite l’arte e la musica. In questi tempi di tragiche violenze e persecuzioni è infatti necessario preservare l’autenticità e l’importanza della vocazione spirituale, del dialogo fraterno e della pace interiore nelle tre religioni che si rifanno al monoteismo di Abramo”.

La loro danza ricorda i pianeti che ruotano attorno al Sole e viene praticata come forma di preghiera. In un insegnamento del Maestro Rumi troviamo il segreto delle parole “amore” e “pace”: “Nell’uomo c’è una tale forza di amore, dolore, desiderio che se egli dovesse diventare proprietario di mille mondi, non acquisirebbe comunque serenità e pace. Le persone impegnano la propria vita in ogni sorta di attività, commercio, astuzia, posizione; imparano l’astronomia, la medicina e tante altre cose, ma non trovano la pace, perché il loro scopo non è stato raggiunto. Non a caso l’Amato è nominato “la Pace del cuore”, proprio perché il cuore trova Pace tramite Lui”.

 


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]dia.it

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004