“Arrivato l’esito del test del Dna”. Denise Pipitone, da Barbara D’Urso la notizia su Denisa, la ragazza di Scalea

Arrivano nuove importanti notizie sul caso della scomparsa di Denise Pipitone. Le indagini continuano ad andare avanti e gli inquirenti sperano che possano emergere nuove novità, affinché possa arrivare la risoluzione della vicenda, che tiene mamma Piera Maggio e tutti gli italiani col fiato sospeso dal 2004. E qualche ora fa, durante la trasmissione ‘Pomeriggio Cinque’ di Barbara D’Urso, è giunta una news tanto attesa, che fa riferimento alla ragazza di Scalea, che si chiama Denisa.

Nella puntata del 20 maggio era stato riferito sempre dal programma di Canale 5 che sarebbe infatti stato prelevato il Dna dalla ragazza Denisa di Scalea per compararlo con quello di Denise Pipitone. La 20enne ha dato il suo assenso e la Procura di Marsala non vuole lasciare nulla di intentato. I risultati derivanti da questo esame dovrebbero arrivare nei prossimi giorni. Invece, l’esito del test sarebbe già giunto e l’inviata di Carmelita ha svelato in anteprima cosa sarebbe emerso dal Dna.


Nei giorni scorsi la giovane 20enne, che vive in Calabria e che è di origini rumene, aveva smentito categoricamente di essere Denise Pipitone. Nonostante questo, aveva dato il suo assenso a sottoporsi al test del Dna proprio per chiudere la storia. Dopo la vicenda riguardante la russa Olesya Rostova, era dunque arrivata una nuova speranza dal territorio italiano. Ma, stando alle prime indiscrezioni circolate, ancora una volta ci sarebbe stato un risultato che è totalmente insufficiente e deludente.

L’inviata di ‘Pomeriggio Cinque’, Giuliana Zanca, ha affermato davanti alle telecamere: “Ho avuto delle indiscrezioni da fonti ufficiose. Sto cercando di verificare con le fonti ufficiali. Mi è stato spiegato che il test del Dna può essere effettuato in due modi, ovvero con un prelievo del sangue e un test salivare. A Denisa è stato prelevato il sangue. Aspettiamo ovviamente la conferma, ma Denisa non è Denise Pipitone”. Quindi, la ragazza che abita in Calabria non sarebbe la figlia di Piera Maggio.

Per quanto riguarda la lettera anonima, ecco uno stralcio della stessa: “Sono diciassette anni che so e sono serissimo. Mi trovavo a bordo della mia auto a Mazara del Vallo e sono stato affiancato da un’altra vettura. Ho guardato all’interno dell’abitacolo e ho visto Denise con altre tre persone. Denise Pipitone si è trovata in pericolo al punto da piangere e invocare l’aiuto della madre: “Urlava ‘aiuto mamma’”.

“Piangeva e chiamava la mamma”. Denise Pipitone, resa nota l’altra parte della lettera anonima