Bloccati i servizi su Denise Pipitone, diffida per Alberto Matano e ‘La vita in diretta’

Brutte notizie per il conduttore de ‘La Vita in diretta’, Alberto Matano. Durante la puntata del 21 maggio è stato costretto ad avvisare i telespettatori di un avvenimento inaspettato, che ha scombussolato il suo lavoro. Ciò che è successo fa riferimento alla scomparsa di Denise Pipitone, infatti ha ricevuto una diffida a causa di un episodio. Durante l’appuntamento con il pubblico si è rivolto alle telecamere e ha spiegato nei minimi dettagli le ragioni che hanno portato a questa situazione.

Intanto, la rivale Barbara D’Urso tramite la sua inviata ha fornito un aggiornamento importante sulla sparizione della bambina di Mazara del Vallo: “Ho avuto delle indiscrezioni da fonti ufficiose. Sto cercando di verificare con le fonti ufficiali. Mi è stato spiegato che il test del Dna può essere effettuato in due modi, ovvero con un prelievo del sangue e un test salivare. A Denisa è stato prelevato il sangue. Aspettiamo ovviamente la conferma, ma Denisa non è Denise Pipitone”.


La diffida è scaturita da un’intervista effettuata da un’inviata de ‘La Vita in diretta’ alla zia dell’ex fidanzato di Jessica Pulizzi, Gaspare Ghaleb. Questa la richiesta ufficiale alla trasmissione: “Non potete mandare in onda il filmato perché registrato senza consenso preventivo”. L’inviata del programma Rai ha invece sottolineato di non aver fatto nulla in maniera scorretta, infatti aveva fatto alcune domande e aveva ricevuto tranquillamente alcune risposte. Poi invece il dietrofront totale.

Alberto Matano ha commentato così l’accaduto: “Mi arrabbio perché noi stiamo facendo il nostro lavoro e cosa c’è di male nel raccontare le cose dette anche 17 anni fa?”. La zia dell’ex partner della sorellastra di Denise Pipitone ha comunque affermato che fino alle ore 13 del primo settembre del 2004, data della scomparsa della figlia di Piera Maggio, non ha visto il giovane. Poi gli ha telefonato per farlo giungere in tempo per il pranzo. Staremo a vedere cosa accadrà nei prossimi giorni.

Inoltre, a ‘Pomeriggio Cinque’ l’inviata che si trova a Mazara del Vallo ha parlato di un’auto mezza bruciata trovata in via Rieti, la via dove, secondo l’anonimo, sarebbe stata avvistata l’auto con all’interno Denise Pipitone. Gli inquirenti vogliono chiarire se sia la stessa di cui si parla nella lettera anonima e stanno procedendo alle indagini. Eccola lì, guardate. – ha detto la D’Urso – Sono due immagini che vi mostriamo e vi spieghiamo perché”.

“Arrivato l’esito del test del Dna”. Denise Pipitone, da Barbara D’Urso la notizia su Denisa, la ragazza di Scalea