Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Come è morto Er Patata?

“Come è morto mio fratello”. Scomparsa Er Patata, la verità del fratello dell’attore Roberto Brunetti

Come è morto Er Patata? Roberto Brunetti è morto a soli 55 anni per cause ancora in fase di accertamento. Negli ultimi giorni, però, si è diffusa la voce secondo cui la scomparsa sarebbe da ricollegare all’uso di sostanze stupefacenti. Il corpo senza vita dell’attore è stato travato nel suo appartamento di Roma e non presentava segni di violenza e si è parlato di morte causata dal consumo di sostanze stupefacenti.

Come è morto Er Patata? Un fascicolo per morte come conseguenza di altro delitto è stato aperto dalla procura. Il mistero ruota intorno agli spostamenti e agli incontri di Roberto Brunetti al venerdì 3 giugno. La compagna e i parenti non lo sentivano da un giorno intero, si sono preoccupati e hanno chiamato i soccorsi. Sfondata la porta, Er Patata è stato trovato supino sul letto, coperto da un lenzuolo. Era accesa la luce della stanza e questo particolare fa supporre che il decesso sarebbe avvenuto alle prime ore della sera, tra le 19 e le 22.

Come è morto Er Patata?


Come è morto Er Patata? La verità del fratello di Roberto Brunetti

Dai rilievi effettuati, la polizia ha trovato tracce di cocaina e due bustine di hashish. Secondo questa scena, gli inquirenti non escludono la possibilità che l’attore abbia assunto cocaina tagliata male e che, dopo essersi steso sul letto, sia morto di overdose. A fare chiarezza ci ha pensato Daniele Brunetti, fratello di Er Patata. “Roberto non era così dipendente dalla droga come vogliono farlo passare, gli è venuto un infarto perché pesava 130 chili, era diabetico e trascurava la sua salute“.

Come è morto Er Patata?

Come è morto Er Patata? “La scientifica ci ha spiegato di aver trovato dell’hashish. – Ci hanno detto che in casa non c’erano tracce di cocaina e che Roberto è morto nel sonno. Gli è venuto un infarto perché era diabetico. Sulla salute aveva un atteggiamento superficiale, lamentava dei dolori al petto ma non voleva farsi controllare. Se gli dicevo ‘vai a farti dei controlli’ lui si ombrava“.

“Roberto Brunetti è morto di infarto, non di overdose. Si faceva qualche spinello, ma la droga non era il suo oggetto di culto“. È bene sottolineare che, a causa dei ritrovamenti della polizia scientifica in casa di Er Patata, i magistrati della procura di Roma hanno aperto un fascicolo per “morte in conseguenza di un altro reato“.

“Trovato così”. Er Patata, giallo sulla morte. Cosa non torna sulla fine di Roberto Brunetti


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004