Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Purtroppo è morto”. Choc in Rai: terribile lutto, poi la decisione: “Sospeso il funerale per effettuare l’autopsia”

choc lutto rai morto dipendente tumore di mare

Un’altra bruttissima notizia scuote il mondo Rai. Poco tempo fa era stato il noto giornalista e conduttore Franco Di Mare ad annunciare: “Mi sono preso il mesotelioma, un tumore molto cattivo“. In un’intervista rilasciata al Corriere, l’ex volto Rai ha rivelato di avere “poco da vivere”. Poi ha spiegato quale può essere stata con ogni probabilità la causa di questo male.

Il giornalista ha detto a Fabio Fazio che la malattia è “legata alla presenza di amianto nell’aria e si prende tramite la respirazione di particelle di amianto, senza rendersene conto”. Franco Di Mare, per tanti anni inviato della Rai, ha deciso di raccontare la sua storia anche in un libro e collega il cancro ai tanti servizi dai teatri di guerra. Ha ricordato di aver lavorato nei Balcani dove erano stati usati “proiettili all’uranio impoverito”. Ora arriva un’altra triste notizia.

Leggi anche: “Il mio tumore incurabile”. Franco Di Mare sconvolge pubblico e mondo tv: “Cosa lo ha causato”

choc lutto rai morto dipendente tumore di mare


Dipendente Rai morto per mesotelioma (lo stesso di Franco Di Mare)

L’Osservatorio Nazionale Amianto da “tempo impegnato a fare chiarezza sulla presenza del ‘killer silente’ negli edifici della televisione di Stato” ha fatto sapere che un ex dipendente della Rai è morto a causa del mesotelioma. L’uomo, Mariusz Marian Sodkiewicz, aveva 62 anni e a marzo scorso aveva presentato una denuncia alla Procura di Roma contro la Rai per il tumore causato dall’amianto.

choc lutto rai morto dipendente tumore di mare

La sua ipotesi è che il male si sia sviluppato a causa della presenza del materiale nelle sedi dell’azienda pubblica. Nella denuncia alla Procura di Roma si chiede “di individuare e giudicare i dirigenti responsabili per la mancata protezione dei dipendenti esposti all’amianto” nella sede romana di Viale Mazzini della Rai. I magistrati, che indagano per lesioni personali colpose, hanno sospeso i funerali per effettuare l’autopsia sul corpo dell’uomo.

Sodkiewicz era nato a Lubsko, in Polonia, ma dal 2022 e per 22 anni ha svolto svariate mansioni in diverse sedi aziendali. “Nel luglio del 2023 – si legge in una nota dell’Osservatorio – l’uomo aveva iniziato a manifestare i sintomi caratteristici del mesotelioma pleurico: difficoltà respiratoria, tosse persistente e dolore toracico. Successivi accertamenti clinici avevano confermato la presenza della malattia, attribuendola alla sua esposizione all’amianto”.

E non è finita qui. Secondo Ezio Bonanni, legale di Franco Di Mare e presidente dell’Osservatorio nazionale amianto, “almeno altre due persone che hanno lavorato con lui in quel periodo, quando era inviato di guerra, manifestano sintomi di una malattia respiratoria. In Rai ci sono anche altri casi di mesotelioma che noi come Osservatorio nazionale amianto stiamo seguendo”. Tra questi c’era anche Sodkiewicz, morto ieri, lunedì 13 maggio.

“Passa a La7”. Rai, guai senza fine: stavolta è il conduttore amato dalla gente a mollare

-->

Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004