“Sono crollata”. Carolina Marconi, l’ex gieffina e la sua dura battaglia contro il cancro

Nelle settimane scorse Carolina Marconi aveva raccontato della scoperta di un cancro al seno. “Ricordo quando i medici me l’hanno detto: mi si è gelato il sangue e sono scappata di corsa come una furia sbattendo la porta, sono andata al bar della clinica scoppiando in un pianto senza fine, i pensieri mi tormentavano”. “Mi sentivo finita come donna, distrutta mi mancava l’aria, ero persa”.


“Ho affrontato un’operazione difficile durata più o meno 8 ore perché oltre all’esportazione del tumore dovevo ricostruire anche la mammella… ebbene sì ho sacrificato la mia mammella per evitare la radio”. Prima di addormentarsi la ex gieffina ha scritto ‘ti amo’ a tutte le persone a cui vuole bene. Aveva paura di non svegliarsi più ma “l’intervento è andato bene mi sono svegliata salva”, ha raccontato Carolina Marconi che oggi ha fatto un altro passo di avvicinamento verso la chemioterapia alla quale dovrà sottoporsi.

Carolina Marconi

Carolina Marconi, la battaglia prosegue

Carolina Marconi è stata in ospedale per inserire il PICC-port, la cannula – lunga ben 41 centimetri – che le servirà in tutto il percorso della chemioterapia.Non è stata una passeggiata, Carolina Marconi aveva molta paura perché pensava di provare dolore con l’inserimento della cannula. “Oggi il 3 giugno sarà x me una data importante :ho messo il picc-port ,la cannula di 41 cm in vena che mi seguirà x tutto il mio percorso (chemio)…secondo step raggiunto 💪🏽😜visto che il 1 era L’ intervento”.


Carolina Marconi  chemioterapia


Poi Carolina Marconi ha continuato nel suo lungo posto: “NN vi nego che oggi avevo un po’ di fifa e terrore, purtroppo sono crollata a piangere davanti all’infermiere 😅sono umana nn un robot ..in questi casi piangere e’ uno sfogo ,una liberazione,fa bene all’anima ,paradossalmente ti senti più forte di prima 💪🏽..chiaramente nn e’ stata una passeggiata ,avevo paura di provare dolore ma invece e’ stato più facile di quanto pensassi.. ho avvertito solo il puntino dell’anestesia e poi nulla ..dopo 20 min avevano già fatto”.

Carolina Marconi  malata
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da CarolinaMarconi (@marconicarolina)

“Sto bene nn ho fastidì ovviamente nn posso fare determinati sforzi ,sono stata brava (mi sussurravo )tanto da meritarmi un bel piatto di spaghetti al sugo 🍝 😁😜 – continua Carolina Marconi – poco dopo sono uscita dal policlinico Gemelli più tranquilla, ho messo una bella bachata in macchina sapete che mi piace ballare e con il ritmo della musica e’ ritornato il sorriso ,xche tutto passa nella vita e si combatte sempre a testa alta..💪🏽💪🏽💪🏽ora continuo a fare i miei giretti di lavoro e dopo la spesa,stasera cucino e preparo anche la mia fantastica crostata😋….”.

Pubblicato il alle ore 19:27 Ultima modifica il alle ore 19:28