Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Boncompagni: “Fuciliamo Don Matteo, ergastolo per Montalbano”

Per salvare la tv italiana dal declino servono le purghe staliniane. Almeno a sentire Gianni Boncompagni, che comincerebbe il repulisti  dalla Rai: “Licenzierei l’ottanta percento delle persone assegnando un vitalizio. Ne bastano venti per mandare avanti la baracca” dice in un’intervista a Il Giornale. Il papà di Pronto, Raffaella? e Non è la Rai vorrebbe infierire sulle fiction più seguite: “Fucilerei Don Matteo a piazza Mazzini davanti al cavallo, con tutti gli autori. A Montalbano darei l’ergastolo!” Nemmeno Mediaset si salverebbe: “Quelli di Rete Quattro, dalle segretari ai dirigenti… per tutti il carcere duro, 41 bis“. La ricetta di Boncompagni è: più autori degni di questo nome, meno format. “L’autore non c’è più, perché nel format non serve. Oggi non c’è spazio, molti format sono pronti a scattare. Un programma deve essere già un successo nel mondo. Il funzionario fa i format“.



Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004