“Stiamo messi maluccio”. Barbara Palombelli contro il vip: “Non può dire questo. Ed è pure uno dei migliori…”

Pietro Castellitto è il figlio dell’attore Sergio Castellitto e di Margaret Mazzantini. Famoso per aver interpretato Francesco Totti nella serie tv di Sky “Speravo de mori’ prima”, ha già all’attivo un libro, “Gli Iperborei”, e un film da lui sceneggiato e diretto, “I predatori”. Nelle ultime ore sono uscite alcune anticipazioni della sua intervista rilasciata a “Sette” e alcune sue frasi stanno facendo discutere. Anche il web si è scatenato e i social sono stati inondati da meme e battute.

La scuola non è mai stata la sua passione, anche se è riuscito a laurearsi in Filosofia, a differenza del mondo del cinema a cui si è dedicato prestissimo. “Ero un ragazzo turbolento – racconta – a scuola venni cacciato per aver sputato nel diario di una compagna. Lei mi tirò il cancellino sullo zaino, io le presi il diario, non sapendo ancora quanto fosse importante il diario per le ragazze. Fui convocato in presidenza: Trovai preside, vicepreside e professori in semicerchio. Negai di essere stato io, ma guardando molti crime mi prese la paranoia che avrebbero fatto fare il test del dna dello sputo, quindi precisai: “Io però quel diario l’ho toccato’”.

pietro castellitto frase roma nord

Poi gli vengono fatte due domande su suo padre e sua madre: “Ho capito di essere il figlio di Sergio Castellitto il giorno che in televisione Raffaella Carrà dice: ‘Abbiamo qui Sergio Castellitto, il più grande attore italiano’”. E di Margaret Mazzantini? “Quando vinse il premio Strega. Io la stavo guardando da casa. La chiamai e lei mi rispose. In quel momento vidi mia madre in televisione che parlava al telefono con me”.


pietro castellitto frase roma nord

Tuttavia la frase che sta facendo discutere tanto è quella su Roma Nord, la zona della Capitale in cui ha trascorso l’adolescenza: “Non credo esista un posto più feroce. Chi è cresciuto a Roma Nord ha fatto il Vietnam”. E ancora: “Ma è un mondo anche tremendamente delicato e crepuscolare. Un mondo dove i valori basilari dell’esistenza — voglia di potenza, di bellezza, di soldi e successo — sono ancora in voga. Dinamiche indicate come negative dal mio mondo di provenienza e da buona parte della società civile”. Ha paragonato Roma Nord (la zona dei Parioli, della collina Fleming, di Ponte Milvio) al Vietnam, facendo capire di essere cresciuto in un quartiere difficile, duro, dove ogni giorno i giovani devono misurarsi con ostacoli e difficoltà anche più grandi di loro.

pietro castellitto frase roma nord
barbara palombelli frase roma nord pietro castellitto

Sul caso è intervenuta la giornalista Barbara Palombelli, che a Roma Nord è nata e cresciuta: “Sono cresciuta a Roma Nord. Confesso: nata a via Bertoloni, poi viale Tiziano. I miei figli sono cresciuti in Prati: ottime scuole, private e pubbliche, meravigliosi giardini pubblici (Villa Glori, Villa Balestra, Villa Borghese, Mole Adriana) – ha scritto su Facebook la giornalista e conduttrice -. Io penso che il Vietnam sia un’altra cosa: una guerra terribile, un’infinità di vittime, una tragedia che resterà nella storia. Se uno dei nostri migliori attori giovani fa questa confusione, stiamo messi maluccio”.