“A lui che lotta tra la vita e la morte”. Antonella Clerici, tutto il suo dolore: “È una cosa ingiusta”

Antonella Clerici affranta dal dolore durante la puntata del 24 maggio di ‘È sempre mezzogiorno’. La conduttrice televisiva Rai ha voluto iniziare la sua trasmissione con un messaggio molto commovente, che ha colpito il cuore di milioni di telespettatori. Nonostante il suo programma sia incentrato su argomenti molto leggeri e divertenti, non ha potuto non dedicare un momento ad una vicenda molto triste, che ha sconvolto e continua a sconvolgere l’Italia intera da ore.

Sempre nell’appuntamento odierno ha annunciato un’altra brutta notizia: “Non è stata bene. Non ha avuto il coronavirus, ma altro. Una serie di disturbi di cui speriamo ci parlerà lei la settimana prossima quando tornerà. Siamo tutti con te, mi raccomando perché sei una donna forte e dinamica, mi raccomando”. Il riferimento è stato fatto a Zia Cri, che non è potuta essere presente in studio e non lo sarà nemmeno nei prossimi giorni, a causa di un imprecisato problema di salute, di cui ancora non si sa molto.


Antonella Clerici si è dunque soffermata su un gravissimo episodio accaduto nella giornata di domenica 23 maggio, ovvero la caduta della funivia dello Stresa-Mottarone, sul Lago Maggiore, che ha causato la morte di 14 persone e il ferimento in modo gravissimo di un bambino, unico sopravvissuto alla tragedia. Le parole della padrona di casa sono risuonate in modo molto forte e hanno emozionato praticamente tutti. Frasi molto spontanee, giunte dal profondo del suo animo.

La presentatrice ha dunque affermato davanti alle telecamere: “Ho un peso nel cuore, che credo sia il peso che avete tutti voi che mi ascoltate a casa. Doveva essere un weekend di ripartenza, penso alle cose belle e a tutte le prospettive che abbiamo. Le immagini di questa atrocità, la funivia Stresa-Mottarone che conosco benissimo perché quando ero bambina andavo spesso a sciare lì. Ho le immagini di queste famiglie devastate. A questo bambino che lotta tra la vita e la morte va tutta la nostra energia”.

Antonella Clerici ha chiuso così l’argomento della funivia Stresa-Mottarone: “A questo bambino vanno tutte le nostre preghiere, per chi è credente, per dargli forza e sperare in un futuro migliore per lui. Sicuramente è stato un weekend di grande dolore per tutti, soprattutto per chi questo dramma è stato costretto a viverlo, per le loro famiglie, ma anche per tutti noi che l’abbiamo sentito come una cosa ingiusta, più ingiusta ancora delle altre”.

“Non sta bene”. Antonella Clerici annuncia l’assenza nel programma. La preoccupazione del pubblico