Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Ambra Angiolini lacrime 1 maggio

“Scusate…”. Concerto del 1° Maggio, le lacrime di Ambra Angiolini in diretta

Lacrime sul palco del Primo Maggio a Roma. La conduttrice del concertone, Ambra Angiolini si è emozionata parlando alla piazza del concerto di San Giovanni. In diretta su Rai3, l’attrice e showgirl ha esordito con un convincente discorso in cui ha versato delle lacrime, venendo sopraffatta dalla commozione.“Rivedervi tutti è davvero incredibile, finalmente qui a piazza San Giovanni, la piazza è tornata a vivere, grazie!”, ha detto Ambra Angiolini, con la voce rotta dal pianto.

Qualcuno ricorderà l’ultimo concerto a San Giovanni: era dal 2019. “Dopo due anni di piazza vuota – dice ancora Ambra Angiolini – siamo qui insieme per ricordarci che la libertà e il lavoro sono diritti di ogni essere umano e che non possono prescindere dalla parola rispetto”. Pochi istanti prima di lei, ad aprire l’evento, sul palco è salito il gruppo ucraino dei Go_A, che assieme ad altri rifugiati ha partorito una struggente interpretazione di “Imagine” di John Lennon.

Ambra Angiolini lacrime 1 maggio


Ambra Angiolini, il ricordo di Manuel Bortuzzo e le lacrime sul palco del 1° Maggio

“Iniziamo purtroppo questo concertone con un diritto in serio pericolo, con un diritto in meno: la pace”. Il colpo di scena arriva poco dopo le 20.00. A un certo punto Ambra Angiolini dice che non c’è soltanto la guerra in Ucraina da combattere, ma anche quella più vicina a noi, quella quotidiana, che ogni giorno miete vittime innocenti.

Ambra Angiolini lacrime 1 maggio

Ed è proprio in questa occasione che menziona il caso di Manuel Bortuzzo, nuotatore nonché volto noto televisivo costretto su una serie a rotelle a causa di uno scambio di persona. “Dopo il Covid siamo tornati in un mondo reale che purtroppo è ancora color rabbia”, ha urlato dal palco la Angiolini. “Dobbiamo abbandonare ‘il fott..re per non essere fott…ti’, che è un vizietto di tanti, troppi di noi”, ha detto Ambra Angiolini.

Ambra Angiolini lacrime 1 maggio

E ancora Ambra Angiolini: “La guerra che subiamo tutti i giorni è anche Simone Baroni aggredito e preso a pugni mentre passeggiava una sera, proprio qui, dietro a San Giovanni, solo perché gay. La guerra è anche un revolver calibro nove in mano a Lorenzo e Daniel che viaggiano sullo scooter e sparano tre colpi alla ceca contro Manuel Bortuzzo mentre compra le sigarette in una tranquilla serata romana…”.

Esce con gli amici e finisce in un canale. Thomas, 20 anni, trovato senza vita a pochi metri da casa


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004