Nel 1992 ha spopolato con la canzone ‘Brutta’, poi è scomparso dalle scene. Che fine ha fatto e com’è diventato Alessandro Canino

Alessandro Canino ha spopolato a Sanremo 1992, quando nella sezione ‘Nuove proposte’ si presenta con il brano ”Brutta”, diventato inno delle adolescenti non proprio carine ma anche loro meritevoli d’amore. Nel 1993, il cantante fiorentino si ripresenta sul palco dell’Ariston con “Tu tu tu tu”, che purtroppo viene eliminata, e l’anno dopo con “Crescerai”, ancora sul tema delle difficoltà dell’adolescenza – affrontato in modo più drammatico rispetto a “Brutta”.

el 1999, 2000 e 2001 Canino risale sul palco di Sanremo come inviato delle maggiori televisioni di stato e delle capitali dell’est europeo. Nel frattempo aveva aperto un locale vicino alla sua Firenze – città dove è nato il 14 settembre 1973 –, con lo scopo di far esibire gruppi e cantanti emergenti, e anche la società di management Brutta srl. Lui stesso ha continuato a esibirsi in club e locali privati e nel 2010 è uscito un suo nuovo singolo, “Eco di un addio”, di cui è autore, e interpretato in duetto con la collega Tonya Todisco. (Continua a leggere dopo la foto)


Nel 2018 partecipa a Ora o mai più su Rai 1 e condotto da Amadeus, il programma televisivo dedicato alla musica italiana, con protagonisti otto cantanti ormai distanti dal successo, che in passato hanno interpretato brani molto popolari raggiungendo le vette delle classifiche nazionali. Ma com’è diventato Alessandro Canino? A vederlo oggi è irriconoscibile, ma la voce è rimasta quella di un tempo.

Terminata l’avventura con la musica, Alessandro Canino è stato ospite di Barbara D’Urso e ha raccontato la sua nuova vita. Canino ha scritto un libro di cucina in cui ha abbinato le ricette ai brani musicali e continua a fare musica insieme alla figlia Guya, con la quale ha pubblicato il singolo “Io fino a te”. “Grazie per avermi invitato”, ha detto con gli occhi lucidi alla padrona di casa di Pomeriggio 5. Per tutti gli opinionisti rappresenta un esempio da seguire perché nonostante le difficoltà è andato avanti. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

“Bisogna sapersi reinventare. Non bisogna mai deprimersi, bisogna sempre rimboccarsi le maniche”, ha spiegato la conduttrice. “Devo dire che la discografia mi abbandonò. Non è stato facile”, ha commentato Alessandro Canino.

Incidente Gianni Morandi, la decisione dei medici: “Non lo escludiamo”. Le condizioni del cantante