“Ogni giorno è un dolore”. Aida Yespica, la rivelazione sul figlio viene fuori solo ora

Aida Yespica ha ritrovato l’amore. E per amore ha deciso di lasciare Milano per la ben più tranquilla Padova. Al suo fianco ora c’è Mirco Maschio, imprenditore originario del Veneto e della città di Padova in particolare. Un nome importante nel mondo dell’imprenditoria. Presidente nel 2015 del gruppo ‘Maschio Gaspardo’, un’azienda dedita alla produzione di attrezzi agricoli sia per quanto riguarda il mercato del nostro paese che quello straniero. Prima di lui tanti amori. L’ultimo durano tre anni.


Poi tra Aida Yespica e Geppy Lama era finita. I due si erano conosciuti a Ibiza dopo che la a showgirl era da poco uscita da una relazione importante con Enrico Romero, un finanziere con cui stava per convolare a nozze. Dato il momento, Geppi ha corteggiato molto Aida ed è riuscito a conquistarla con il suo charme e le sue buone maniere. Quindi sono andati prima a Bormio, poi a Miami. Infine l’addio. I giorni scorsi sono stati abbastanza caotici per la modella.

aida yespica

Aida Yespica, la dolorosa storia con Matteo Ferrari

Aida Yespica si è infatti raccontata nel corso di una lunga intervista al settimanale Libero dove ha raccontato particolari inediti, anche dolorosi, della sua vita. “A sette anni sono stata stuprata da un amico di famiglia che veniva sempre a casa da noi. È tale il dolore che avevo rimosso totalmente quel momento, finché nel 2016 una mia amica mi racconta di una sua violenza subita. Piano piano riaffiora alla mia memoria quel momento orrendo”.


aida yespica


E ancora: “Ricordo tutto, il suo odore, la sua corporatura, era un uomo con una vistosa gobba, le sue mani che toccavano e accarezzavano…”. Poi Aida Yespica ha parlato del figlio Aron che non vede da due anni. Una condizione che le reca dolore ogni giorno. “È a Miami con suo padre, ma sia per problemi con il passaporto che per la pandemia ormai è tanto tempo che non lo abbraccio, anche se ci sentiamo spessissimo”, ha spiegato.

aida yespica


“Io e Matteo siamo dovuti andare in tribunale, perché inizialmente lui non voleva che io frequentassi Aron. È stata molto dura, ma alla fine la giustizia ha dato ragione a me, vedendo quanto amore e dedizione davo a mio figlio. Oggi posso dire che tra me e Matteo c’è un rapporto civile”, ha aggiunto.