“L’amore è tutto” di Michela Marzano vince il Bancarella

Con L’amore è tutto: è tutto ciò che so dell’amore, Michela Marzano si è aggiudicata la 62esima edizione del Premio Bancarella, assegnato dai librai italiani. Filosofa e scrittrice prestata alla politica (è deputata del Pd), Marzano ha letto molto sull’amore, ma ha scelto di partire dalla sua esperienza di ragazza romantica che un giorno incontra Jacques, il principe azzurro tanto atteso che diventerà suo marito. Una vicenda personale che si intreccia con le riflessioni di altri filosofi, scrittori e psicoanalisti. “La vita – scrive l’autrice – sorprende, non la puoi controllare. E l’amore appare quando meno te lo aspetti. Forse perché non parla il linguaggio della razionalità e delle evidenze. E allora accade”. Sul podio del Bancarella anche Volevo solo averti accanto di Roland Banson e Braccialetti rossi di Albert Espinosa. Da segnalare, con un “meglio tardi che mai”, il premio Opera Prima assegnato a Giuseppe Sgarbi, padre di Vittorio ed Elisabetta, esordiente ultranovantenne con Lungo l’argine del tempo. Memorie di un farmacista.