“Non accettiamo nulla!”. Denise Pipitone, furia dell’avvocato di Piera Maggio. È successo dopo la ‘rivelazione’ su Olesya


La vicenda di Denise Pipitone continua a non avere una conclusione. Dopo le tante illusioni derivanti dal programma russo, con la presenza di Olesya Rostova che sembrava potesse somigliare alla bambina scomparsa nel 2004 da Mazara del Vallo, si sono spente le speranze perché la giovane in questione non è la figlia di Piera Maggio. Ciò che è stato portato avanti dall’emittente della Russia ha fatto imbestialire l’avvocato della famiglia, il quale è intervenuto a ‘La Vita in diretta’.

Qui ha illustrato tutti i vari passaggi ed ha detto che fortunatamente la storia si è conclusa adesso, grazie alla sua insistenza. Altrimenti, pare che il conduttore fosse stato pronto a continuare per un lungo periodo di tempo questo show televisivo. Alberto Matano gli ha detto di aver apprezzato la sua reazione furiosa, proprio perché in quel momento stava rappresentando l’Italia intera, molto arrabbiata per l’accaduto. E poi il legale Giacomo Frazzitta ha spiegato tutto nei dettagli. (Continua dopo la foto)






Frazzitta ha quindi dichiarato davanti alle telecamere di Rai 1: “Se non avessimo proceduto in questa maniera e attendevamo invece i tempi burocratici avrebbero continuato questo tam tam da Mosca. Non avrebbe fatto più bene a nessuno. Allora abbiamo deciso di stringere i tempi, trovare un accordo con l’avvocato di Olesya, però improvvisamente, e lo avevamo già previsto, c’era una trappola nel programma”. E un inviato de ‘La Vita in diretta’ ha confermato che quel programma cerca audience. (Continua dopo la foto)






Dopo che Matano ha mostrato il video di scuse del conduttore russo, l’avvocato della famiglia di Denise Pipitone è sbottato: “Queste scuse hanno fatto tutt’altro che piacere, in realtà è l’ennesima speculazione. Hanno cercato ancora di cavalcare l’onda mediatica, era evidente che fosse questo l’intento. Anche perché ha detto delle cose che insomma erano evidentemente false. C’è dietro a questo mio intervento una settimana estenuante di accordi scritti e non scritti, poi cambiati”. (Continua dopo la foto)



A parlare nelle scorse ore è stata anche la stessa Piera Maggio: “Ci abbiamo sperato senza mai perdere quella sana lucidità che dall’inizio della segnalazione abbiamo avuto, l’esser cauti. Sono stati giorni difficili, pieni di tensione. Adesso continueremo nella nostra battaglia come abbiamo sempre fatto. Denise è diventata la figlia di tutta Italia e va cercata. Ringraziamo di cuore tutti per l’affetto e la vicinanza”.

“Quella segnalazione…”. Denise Pipitone e Olesya, è successo dopo la puntata di ‘Chi l’ha visto?’

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it