Tv in lutto: morto uno dei padri del piccolo schermo. L’annuncio di Fabio Fazio: “Una perdita gigantesca”


È morto oggi al Policlinico Gemelli di Roma all’età di 85 anni uno dei più grandi autori radiofonici e televisivi. A dare la notizia, attraverso un tweet, è il collega Fabio Di Iorio.

Nato a Perugia il 19 gennaio 1936, laureato in Giurisprudenza a Napoli, in Rai era entrato nel 1960 dopo un concorso. Per la televisione è stato un autore prolifico, contribuendo a redigere programmi rimasti poi nella storia del piccolo schermo italiano, come Canzonissima, Fantastico, Tante Scuse, Quelli della domenica. Ma la sua penna ha scritto anche commedie musicali come ‘Anche i bancari hanno un’anima’, mentre la sua voce per anni ha accompagnato i radioascoltatori conducendo il programma ”Black out’. Tra gli ultimi libri pubblicati ‘L’Italia che vorremmo’. (Continua a leggere dopo la foto)






“Enrico Vaime era la persona più bella, colta e intelligente del mondo. Non c’è più e siamo tutti tanto più poveri. Un abbraccio infinito a Monica e a tutta la famiglia”, le parole affidate ai social dal collega Fabio Di Iorio. “Enrico Vaime è stato uno dei più grandi autori di varietà, dal gusto straordinario. Abbiamo trascorso insieme giornate, anni in cui ci siamo voluti tantissimo bene. Per me è complicato dire quello che vorrei dire. È una gigantesca perdita, personalmente, per la sua famiglia, per i suoi amici, per lo spettacolo”, ha detto Fabio Fazio in diretta durante il programma Che tempo che fa. (Continua a leggere dopo la foto)






“Ci lascia una lezione di gusto, di eleganza assoluta, da lui si imparava quello che si può o che non si può dire, aveva sempre una battuta illuminante. L’anima di questa trasmissione era Enrico Vaime, uno dei più grandi autori del varietà. Per me è molto complicato. È una gigantesca perdita, ho trascorso anni con Enrico. È molto complicato per me dire quello che vorrei, è una perdita gigantesca per lo spettacolo”, aggiunge commosso. (Continua a leggere dopo la foto)



 

In studio anche Enrico Brignano, che ha citato l’esperienza della commedia musicale Evviva!, scritta da Vaime e Iaia Fiastri: “Lo ricordo con affetto – ha detto l’attore – e ringrazio Dio di avermi dato l’opportunità di averlo conosciuto”. Il ricordo anche di Maurizio Costanzo: “Addio amico, ironico e straordinario. È morto uno dei miei più cari amici, abbiamo lavorato insieme vent’anni”, sospira Maurizio Costanzo ricordando Vaime. “Stava male da un po’, almeno da un paio di anni: sono sempre rimasto in contatto con la famiglia, con la moglie, l’ho sentito l’ultima volta quindici giorni fa”.

 

Domenica Live, Nicolò Zenga vuota al sacco a sorpresa da Barbara D’Urso. La verità su papà Walter

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it