“Ti ricordi quando ti ho sbattuto al muro?”. Mara Venier lo svela in diretta a Domenica In. Il retroscena su Pierluigi Diaco


Pierluigi Diaco è stato ospite di Mara Venier a Domenica In. Ottimo il feeling tra la conduttrice e il suo ospite, anche per via della profonda amicizia che unisce i due da tanti anni. “È da quel pranzo che abbiamo fatto a ottobre, che non ci vediamo”, sottolinea Diaco. “Per quelli come noi, che fanno questo mestiere, è un privilegio ma anche una bella responsabilità poter lavorare in questo periodo”, ha detto.

Il conduttore si è messo a nudo su alcuni particolari della sua infanzia e dell’adolescenza: della sua passione per la professione di conduttore sin da quando era ragazzino, della sua vita privata e della decisione di lasciare i social. (Continua a leggere dopo la foto)






“Mi sono tolto dai social a luglio. – ha raccontato Diaco – L’ho fatto perché non sono capace. Essendo una persona che ama la riservatezza, l’idea di esibirmi per mantenere accese l’attenzione non mi appartiene. Credo che lo strumento dei social sia più per i giovani che vogliono farsi conoscere. Non mi mancano per niente devo dire. In quel periodo c’è stata un’attenzione un po’ forte nei miei confronti da parte di chi anima i social”. (Continua a leggere dopo la foto)







“L’estate scorsa per me è stata difficile. Fare un programma dopo la prima ondata di pandemia tentando di trovare il tatto giusto non è stato semplice. Poi quell’attenzione mediatica su di me, ci sono stati dei casi in cui diciamo che ho incassato il colpo e la mia serenità è venuta meno. Se non avessi avuto la possibilità di aver avuto il tuo sostegno e quello di Nicola sarebbe stato più difficile”, ha raccontato ancora. Poi Mara Venier ha svelato il retroscena su una cena organizzata a casa sua, durante la quale lei, il marito e Sabrina Ferilli hanno sgridato il conduttore. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“Una sera a casa mia ti ho sbattuto al muro e ti ho detto ‘mo basta, hai rotto le scatole’. – ha raccontato la zia Mara – Eravamo io e Sabrina Ferilli a dirti ‘hai stufato bello de zia’. Pure Nicola è stato molto severo con te. Tu dal giorno dopo hai capito che non ne vale la pena arrabbiarsi. Noi che abbiamo affrontato le cose difficili sappiamo che cosa sono. Non vale la pena rovinarsi la vita per cavolate. Tu sei emotivo e passionale e capisco”.

Addio a Salvatore, morto a 19 anni insieme alla madre. Il terribile schianto non gli ha lasciato scampo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it