“Un mucchietto di ossa…”. Adua Del Vesco, al GF Vip le foto di quando pesava 34 chili


Adua Del Vesco si racconta al Grande Fratello Vip e durante la puntata andata in onda venerdì 16 ottobre si toglie di dosso tutti i fardelli della sua infanzia. Chiamata da Alfonso Signorini nella stanza led, l’attrice ha svelato un retroscena doloro della sua vita.

“Sono stata stuprata a 12 anni, e questo fatto ha condizionato tutta la mia vita e il rapporto con gli uomini”. Adua Del Vesco (il cui nome vero è Rosalinda) si è tenuta per sé il dolore per tanto tempo, fino a raccontare tutto alla madre soltanto tre anni fa, quando aveva 28 anni. “Mi pento di non essere riuscita a denunciare il colpevole, mi sento appunto in colpa e spero che non abbia fatto del male ad altre ragazze”, ha raccontato in lacrime l’attrice. (Continua a leggere dopo la foto)







“Abbiate il coraggio di denunciare”, ha aggiunto ancora Adua. E ancora il ricordo dell’anoressia, un mostro che l’ha inghiottita per anni fino a ridurla a uno scheletro. Era arrivata a pesare 34 chilogrammi. Oggi quel difficile momento della sua vita sembra averlo superato. Alfonso Manda in onda le foto choc: “Eri un mucchietto di ossa”, dice il conduttore. (Continua a leggere dopo la foto)






“Vedere queste foto mi fa strano, – ha spiegato durante la diretta – non so come abbia potuto ridurmi così. Penso che ero una ragazza con tanta sofferenza, il mio sfogo emotivo era quello, poi c’è stata la depressione, guardavo il soffitto e non volevo vedere nessuno.” (Continua a leggere dopo la foto)



 

“Ho capito di aver toccato il fondo quando una giornata d’estate a casa con il mio ragazzo, una mattina presto intenta a nascondere il cibo prendendo in giro tutti, ho pensato alla persona che stava dormendo nell’altra stanza e mi sono chiesta se valesse la pena perderlo. Ho voluto ricominciare da lì. Da oggi sono ritornata Rosalinda, ho salutato Adua”, ha concluso l’attrice.

“Sei una pagliaccia!”. Volano stracci tra gli ospiti di ‘Pomeriggio 5’. Barbara D’Urso resta di sasso

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it