“Mi manca”. Problemi di cuore per Can Yaman, l’attore lo confessa davanti a Silvia Toffanin


È l’attore del momento e ieri è stato ospite di Silvia Toffanin. A Verissimo, Can Yaman si è lasciato andare a una lunga serie di confessioni che hanno lasciato parecchi telespettatori senza parole. Can Yaman si è confidato anche sulla sua infanzia e adolescenza in Turchia, con la passione per l’italiano e gli Stati Uniti: “Per tre anni mia nonna si è presa cura di me quando ero piccolo, in quel periodo mio padre e mia madre avevano difficoltà economiche, e erano occupati con il lavoro”.

Poi Can Yaman continua: “Ci sono stati degli alti e bassi, poi a quattordici anni ho deciso di studiare italiano, e ho vinto una borsa di studio, per continuare a studiare la vostra lingua, che mi è sempre piaciuta molto. Mi sono sovvenzionato gli studi da solo praticamente, vincendo anche una borsa di studio per gli Stati Uniti. Solo trentasei studenti hanno vinto, e fra questi c’ero anche io, l’unico della mia scuola. Ho studiato in America e sono tornato in Turchia. Con la borsa di studio per il basket ho pagato invece gli studi per l’Università”. Continua dopo la foto






E ancora: “Sono iperattivo, non posso stare fermo, lavorare in ufficio non faceva per me. In vacanza da nonna ho conosciuto i miei agenti, che sono gli stessi che ho oggi. La mia vita è cambiata totalmente. Di natura sono molto tranquillo, però mi piace cimentarmi in situazioni nuove, e la recitazione fa a caso mio anche per questo”. Continua dopo la foto






Ma il momento più atteso era quello legato alla sua attuale situazione sentimentale. Can Yaman confessa una ‘piccolo problema di cuore’ per così dire: “In questo momento sono single, ma non mi dispiacerebbe avere una relazione. A chi non farebbe piacere? Queste cose non si possono pianificare, la vita ti sorprende sempre, e io sono aperto a ogni possibilità. In generale mi innamoro di tutte le cose che faccio. Se sono con qualcuno vuol dire che sono innamorato, altrimenti che senso avrebbe? Ma sono anche innamorato del mio lavoro. Amo ciò che faccio, una puntata ad esempio la vedo dieci volte”. Continua dopo la foto



 


Aperto a ogni possibilità, anche quella di diventare papà in futuro Can Yaman ha concluso: “Mi piacerebbe, ma al momento non ci penso. Mi piace vivere il presente, non mi soffermo quasi mai a pensare ai progetti futuri. Cerco di evitare lo stress, invece di sognarla decido di fare una cosa. Essere un attore vuol dire anche non sapere mai cosa ti aspetta, e a me piace farmi sorprendere dagli eventi”.

Ti potrebbe interessare: Omicidio De Santis, i genitori di Antonio De Marco in carcere. Le loro parole per il figlio

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it