Lutto a Uomini e Donne, l’annuncio commovente del protagonista: “Ci vedremo nei nostri sogni”


“Bello cello de nonna…Ecco come me chiamavi adesso non l’ho sentirò più, non doveva andare a finire, non te lo meritavi…La cosa che non mi capacito è che sei stata li da sola senza nessuno che ti accarezzava e ti coccolava, hai superato tutto anzi avevamo superato tutto ma questa sfida non c’è l’hanno fatta fare insieme seno la vincevamo come al solito…”.

Inizia così il lungo posto dell’ex corteggiatore di Giulia Quattrociocche che sui social piange la scomparsa dell’amata nonna. “Chi ti conosceva sapevano che eri il BENE in persona, si dice che si va in paradiso se si muore di sabato lo sapevi Nonní? Pensa anche nonno se n’è andato di sabato non sono coincidenze?!Ti parlo ma no perché sono il tuo nipote ma perché sei bella vera.! Sai mi vengono tanti ricordi mille direi, le spaghettate al campeggio alle 3 di mattina tornavo a casa e ti dicevo “Nonní butta er chilo”. Continua dopo la foto






Poi riprende: “Le risate quando facevi i cappelletti fatti in casa non lo davi a nessuno poi mi avvicinavo io e me li facevi mangiare di nascosto, ricordo quando scendevi e mi preparavi il pranzo prima di andarmi ad allenarmi, ricordo che quando ho fatto quel programma e ti incazzavi se qualcuno mi diceva qualcosa contro! Quando giocavamo a carte me facevi sempre vincere e mamma che se incazzava con te perché mi viziavi, tu gli rispondevi i nonni sono fatti per viziare i propri nipoti e i genitori li devo educare!”. Continua dopo la foto






E conclude: “Quando partiva Renato Zero alla radio chiudevi l’occhi e cantavi come una piccola SORCINA! Quando ti vedevo che giocavi con i piccoletti spruzzavi gioia dai quei occhi meravigliosi, quando gli raccontavi le favole per farli addormentare anche a me e Ale..Beh Nonní ho due rimpianti che mi porterò per sempre, il primo è che non vedrai mai il mio matrimonio…il secondo è che non giocherai con i miei figli, non li coccolerai come hai fatto per me per 25 anni! Il tuo nipote preferito “guai a chi te tocca” Continua dopo la foto

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Bello cello de nonna…Ecco come me chiamavi adesso non l’ho sentirò più, non doveva andare a finire, non te lo meritavi…La cosa che non mi capacito è che sei stata li da sola senza nessuno che ti accarezzava e ti coccolava, hai superato tutto anzi avevamo superato tutto ma questa sfida non c’è l’hanno fatta fare insieme seno la vincevamo come al solito…Chi ti conosceva sapevano che eri il BENE in persona, si dice che si va in paradiso se si muore di sabato lo sapevi Nonní? Pensa anche nonno se n’è andato di sabato non sono coincidenze?!Ti parlo ma no perché sono il tuo nipote ma perché sei bella vera.! Sai mi vengono tanti ricordi mille direi, le spaghettate al campeggio alle 3 di mattina tornavo a casa e ti dicevo “Nonní butta er chilo”..Le risate quando facevi i cappelletti fatti in casa non lo davi a nessuno poi mi avvicinavo io e me li facevi mangiare di nascosto, ricordo quando scendevi e mi preparavi il pranzo prima di andarmi ad allenarmi, ricordo che quando ho fatto quel programma e ti incazzavi se qualcuno mi diceva qualcosa contro! Quando giocavamo a carte me facevi sempre vincere e mamma che se incazzava con te perché mi viziavi, tu gli rispondevi i nonni sono fatti per viziare i propri nipoti e i genitori li devo educare! Quando partiva Renato Zero alla radio chiudevi l’occhi e cantavi come una piccola SORCINA! Quando ti vedevo che giocavi con i piccoletti spruzzavi gioia dai quei occhi meravigliosi, quando gli raccontavi le favole per farli addormentare anche a me e Ale..Beh Nonní ho due rimpianti che mi porterò per sempre, il primo è che non vedrai mai il mio matrimonio…il secondo è che non giocherai con i miei figli, non li coccolerai come hai fatto per me per 25 anni! Il tuo nipote preferito “guai a chi te tocca” dicevi sempre,perché abbiamo vissuto tutto insieme dalla cosa più brutta alla cosa più bella sempre insieme! Però mo me devo fa forza devo stare vicino a mamma e papà, devi darmi una mano perché io non c’è la faccio però so che tu starai sempre vicino a me più che mai! Ciao Nonní ci vedremo nei nostri sogni e sperando che mamma non mi svegli così posso stare più co te.! IL TUO BELLO CELLO DE NONNA ❤️

Un post condiviso da Daniele Schiavon (@danieleschiavon16) in data:

 


“Dicevi sempre,perché abbiamo vissuto tutto insieme dalla cosa più brutta alla cosa più bella sempre insieme! Però mo me devo fa forza devo stare vicino a mamma e papà, devi darmi una mano perché io non c’è la faccio però so che tu starai sempre vicino a me più che mai! Ciao Nonní ci vedremo nei nostri sogni e sperando che mamma non mi svegli così posso stare più co te.! IL TUO BELLO CELLO DE NONNA ❤️”

Ti potrebbe interessare: “Vigliacco!”. 11enne ucciso dal papà, la disperazione della mamma Iris

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it