“Una perdita enorme…”. Beppe Convertini, il lutto devastante: una confessione da brividi


Anna Falchi e Beppe Convertini protagonisti nella mattinata di Rai 1. La coppia di conduttori, che da qualche settimana è al timone di ‘C’è tempo per…’ non perde, in verità, occasione per far parlare di sé. Per Anna Falchi una bella rivincita dopo l’ostracismo degli anni scorsi in cui sembrava aver definitivamente chiuso con il mondo delle tv. Il motivo era rimasto sempre un mistero.<

E probabilmente rimarrà tale fino a quando Anna Falchi non deciderà di rompere il silenzio e fare chiarezza. La coppia formata da Falchi-Convertini in onda su Rai1 tutti i giorni, per tenere compagnia quanti durante la tarda mattinata riescono a ritagliare del tempo per accendere il piccolo schermo e rilassarsi un po’. Nel nuovo numero di ‘Vero’, il conduttore Beppe Convertini si è aperto e ha raccontato della dolora perdita del padre. (Continua a leggere dopo la foto)






Beppe aveva solo 17 anni quando il papà è morto per un cancro. “La mia adolescenza è stata segnata dalla precoce scomparsa di mio padre. Avevo diciassette anni: un cancro se l’è portato via nel giro di sette mesi”, ha confessato il conduttore. (Continua a leggere dopo la foto)






“La malattia è stata dura, l’ho visto perdere 50 chili. Era la gioia di tutti, uno molto generoso”. Ricorda Convertini, che aggiunge. “Papà era camionista e quando tornava a casa cenavamo insieme e ci raccontavamo. È stato un padre anche duro e severo. Voleva che tornassimo a casa sempre per cenare”. Il conduttore aveva raccontato la dolorosa scomparsa del padre durante un’ospitata a ‘Vieni da me’ di Caterina Balivo. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“Non volevo fare il suo lavoro quindi ho studiato tantissimo. – aveva raccontato il conduttore tornato in Rai dopo anni di oblio – Non mi ha mai dimostrato grande gioia, ma credo fosse fiero di me. Ha chiuso gli occhi davanti a noi tutti, l’ho visto spirare. Aveva una metastasi esterna sanguinante, mia madre si è presa cura di lui. Ora è il mio angelo custode”.

“Conduttore del ca**o”. Vittorio Sgarbi show, il critico d’arte è un fiume in piena

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it